Marzo 20, 2021

Tensione sul monte del tempio: il riflettore musulmano ha aperto la moschea di Bab al Rahmeh

polizia di Israele ha fermato il Sheikh Azeem Salhab, che ha aperto personalmente la porta della Moschea di Bab Al Rahmeh sul Monte del Tempio, chiuso dal 2003 dopo una rivolta palestinese, che ha causato diversi giorni di tensione tra forze di sicurezza e autorità religiose musulmani.

Lo sceicco è un membro del Consiglio religioso nominato dalla Giordania per supervisionare i siti islamici al complesso e centinaia di musulmani entrò nel tempio musulmano per la prima volta.

Le tensioni sono aumentate nel luogo conosciuta per entrambi gli ebrei E il monte del tempio (Har Habait in Ebraico) e dai musulmani come la sfilanade delle moschee (o nobile santuario – Haram la Sharif in Arabo). Per i cristiani, il posto è noto come il monte del tempio, poiché la storia biblica del sacrificio di Isaac si trova in questo posto.

Il luogo sacro per entrambe le religioni ha circa 15 ettari e si trova nella città vecchia di Gerusalemme. La polizia arrestata circa sessanta persone che sospettava poteva incitare la violenza e aumentato le forze di sicurezza nella città vecchia, ma la questione non è accaduta in più.

La piccola Moschea di Bab Al-Rahmeh ha aperto Salhab, è sul lato est del complesso, che è venerato dagli ebrei. In virtù della Statu Quo in vigore, gli ebrei non possono accedere all’esplanade per pregare. Il recinto è sotto la custodia del Giordania, ma controllato da Israele. A causa delle sensibilità religiose sul sito, il re del Giordania mantiene un ruolo di neutralizzazione per garantire il mantenimento dei luoghi sacri musulmani della città.

Ministro del Giordano responsabile del WAQF e degli Affari islamici, ha descritto la situazione di “arrampicata inaccettabile e pericolosa” e chiariva che il procedimento colpisce il ruolo del Giordania come custode del luogo.

Saeb Muhammad Salih Erekat, un alto consulente per il presidente Mahmoud Abbas, ha denunciato arresti in termini difficili e richiesti L’immediato rilascio dei detenuti.

Altre notizie su Israele ad Aurora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *