Febbraio 6, 2021

rimuovi o rimuovi?

Informazioni sulla contraddizione unica che mi ha portato ad avviare una piccola ricerca linguistica e disimballare il mio dizionario latino

> PS MARTIN
PS MARTIN

FLYK

18 gennaio 2017 · 3 min Leggi

Recentemente ho letto un testo messicano (di origine, la lingua era spagnola, logicamente), in cui è stata utilizzata la parola “rimuovere” per riferirsi a “Rimuovere qualcosa”. Il lettore spagnolo capirà che ciovido un po ‘, quindi ricordando le parole di un buon insegnante che avevo a scuola ho deciso di correggere (con tutto rispetto e buona volontà) per l’editore, indicando che non ha fatto un uso corretto del Parola, che è un falso amico e che si prega di prendersi cura della nostra bella lingua. Ho capito che lo avevano ereditato dall’inglese all’inglese per rimuovere, come tante altre parole che sono cadute da usare con altri significati (affitto, applicare …), dal semplice fatto di essere più stretti geograficamente e quindi più esposti all’influenza degli Stati Uniti.

Tuttavia, sembra che il mio insegnante, anche se bene, err, ed è che colui che ha un errore è sbagliato, come ha anche detto di volta in volta. Un estraneo mi ha corretto a loro volta, e con molti dubbi procedetteri a controllare ciò che mi ha assicurato: che “rimuovere” era perfettamente valido in spagnolo a fare riferimento a “rimozione”, e quindi sia parole sinonimi in determinate circostanze. In effetti, a differenza di me, non ero sbagliato: il Rae era valido per entrambi i significati per il significato, riferito in questo caso per rimuovere una benda.

Il lettore può chiedere dell’interesse di questa materia, che è precisamente nell’origine etimologica delle parole menzionate. Ed è che dopo aver scusato ai possibili destinatari della mia “correzione”, ho studiato di più a riguardo, per assicurarmi che l’uso non sia stato ammesso solo dall’espansione di questo significato: la radice del corso era in entrambi i casi Latina, e Il suo uso è tornato forse all’origine della nostra lingua. Infatti, nel rimozione portoghese e in rimuove italiani significano solo “Elimina”.

Rimuovi

Il verbo “Rimuovi” ( Rimuovi qualcosa e mettilo da qualche altra parte) viene dal latino medievale rimuovi e questo di silenzioso (silenzioso, che non si muove). Questo è il participio del verbo quiecere (calmati, riposo, silenzioso). È associato a una radice indoeuropea * kʷei̯ǝ- (stand immobile). Da lì anche le parole da essere, acquiescence, requiem, silenzioso.

Il verbo latino prenderà inizialmente usato nel campo giudiziario per indicare che qualcuno lo ha lasciato calmo, perché lo hanno portato via o un onere . Da lì mi capita di iscrivermi a qualcosa.

rimuovi

La parola “Rimuovi” viene dalla rimozione latina e significa “spostarsi da un lato all’altro”. I suoi componenti lessicali sono: il prefisso RE- (indietro, di nuovo) e MOVERE (mossa). Zoom indietro, rimuovi, rimuovi …

In questo caso forse è più facile vedere se guardiamo la parola remoto (remoto, remoto), in cui possiamo identificare la relazione che il verbo può avere Con posizionare qualcosa di lontano da qualcos’altro.

E questa era la curiosità che volevo condividere con te, almeno io come uno scrittore mi affascina: L’unicità di questa combinazione di parole che oggi condividono significava in spagnolo ma che già è arrivato a condividerlo nella lingua originale. Uno la cui radice è silenziosa, e l’altra mossa, che non può essere più opposta alla loro origine, antonym, eppure significano lo stesso.

Non so se c’è un caso simile a questo con Altre parole, nella nostra o nessun linguaggio, ma se c’è anche eccezionale. In entrambi i casi di cui mi fido di questa curiosità è stata sorpresa, che come tanti altri, nonostante avessi continuamente di fronte ai nostri nasi, o proprio per questo, non abbiamo notato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *