Marzo 12, 2021

Regolamento sanitario internazionale (2005)

Definizione. I regolamenti sanitari internazionali (2005) -RSI (2005) -, sono stati sottoscritti presso l’Assemblea mondiale della sanità (AMS) da parte dei titolari dei ministeri della salute delle cento Naventa e dei sei Stati membri dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Come prodotto del lavoro congiunto della sicurezza sanitaria globale, riconoscendo che esercita la Direzione Generale di chi il potere di dichiarare le emergenze della sanità pubblica di importanza internazionale (SPII) e rilasciare raccomandazioni temporanee o permanenti agli Stati membri per l’adozione di misure sanitarie che evitano la diffusione .

Fondazione legale. Chi ha emesso il presente regolamento in conformità dell’articolo 21 della sua Costituzione che autorizza l’Assemblea mondiale della sanità (AMS) ad adottare i regolamenti referenziali – tra gli altri – ai requisiti di salute e quarantena e altre procedure volte a prevenire la diffusione internazionale di malattie.

Questo tipo di regolamento, ai sensi dell’articolo 22 di detto che la Costituzione, entrerà in vigore se gli Stati approvenuiranno e non effettuano prenotazioni entro il termine fissato sull’avvertenza che si comunica e non è necessaria la ratifica legislativa per la sua voce in vigore nei paesi firmatari.

La Repubblica argentina, nonché la stragrande maggioranza dei paesi che compongono chi, ha approvato il RSI (2005), senza formulare riserve, accettando di sviluppare e / o migliorare La loro capacità di rilevare, valutare e informare chi eventi di salute pubblica di importanza internazionale che si verificano nel loro territorio, secondo le loro previsioni. Chi è conforme a una funzione di coordinamento RSI (2005) e insieme alle sue agenzie associate (altre agenzie internazionali o agenzie internazionali delle Nazioni Unite) sostiene i suoi Stati membri a creare capacità specifiche, conformemente alle disposizioni dei loro articoli 5º e 13, Fornire strumenti, linee guida, linee guida e formazione.

Sfondo della RSI. Prima della versione attuale, l’RSI dell’anno 1969 è stato dichiarato negli Stati membri di OMS, che è costretto a notificare determinati focolai e misure predeterminate ai confini, per prevenire la diffusione internazionale della malattia. Era limitato a specifiche malattie trasmissibili invisibili: rabbia, peste, febbre gialla, vaiolo, febbre e typhus ricorrenti.

Quello strumento, nel 1973, è stato modificato per includere previsioni aggiuntive per il colera e nell’anno 1981 rivisto per escludere il vaiolo sradicato, rimanendo come malattie notificabili di chi solo rabbia, peste e febbre gialla.

Tra il 1996 e il 2005 che e gli Stati membri hanno lavorato sul loro aggiornamento e la nuova versione rivista è stata presentata per Approvazione dei ministri della salute nell’AMS il 23 maggio 2005.La RSI (2005) è più ampio dei suoi predecessori, esorta il rispetto dei diritti umani dei possibili interessati e compromette gli Stati membri a notificare, verificare rischi ed eventi e alla fine Seguire le raccomandazioni di chi, per prevenire o interrompere la propagazione. Questo strumento afferma che le misure di sanità pubblica che incoraggiano una risposta globale coordinata come contenimento dei rischi nella fonte e non più al confine, il coinvolgimento minimo alla tratta e al turismo, la proporzionalità della risposta al rischio, riconoscendo l’importanza del conteggio per questo con una rete di informazioni globali, laboratori e collaboratori.

L’RSI (2005) sottolinea il suo ruolo preventivo, il contenimento e la riduzione del rischio, da una prospettiva di solidarietà mondiale e la responsabilità reciproca, introducendo nuovi slogan nella diplomazia globale della salute, focalizzata Sulla cooperazione e trasparenza.

Scopo della RSI. È uno scopo del RSI (2005) per prevenire la diffusione internazionale di malattie, proteggere da questa propagazione, controllarlo e fornire una risposta sanitaria pubblica fornita e limitata ai rischi; Evitando inutili interferenze con la tratta e il commercio internazionale. Ciò include focolai di malattie emergenti (compresi quelli originati dalla trasmissione alimentare), o eventi suscettibili alla propagazione internazionale derivati da disastri naturali, con l’azione di agenti chimici o radionucleari o deliberati.

L’AMS è stato dichiarato diversi SPII come il riferimento all’influenza H1N1, Ebola, il virus Zika, tra gli altri.

RSI Contents

Nei suoi sessantadue articoli, dieci titoli e nove allegati il RSI (2005) affronta i seguenti argomenti:

  • Titolo I: Definizioni, scopo e ambito, principi e autorità responsabili.
  • Titolo II: Informazioni e risposta sanitaria Pubblico.
  • Titolo III: raccomandazioni.
  • Titolo IV: punti di ingresso.
  • Titolo V: misure di sanità pubblica.
  • Titolo VI: documenti sanitari.
  • Titolo VII: Tariffe igieniche.
  • Titolo VIII: Disposizioni generali.
  • Titolo IX: elenco di esperti RSI, comitato di emergenza e comitato di revisione.
  • Titolo x: Disposizioni finali.

Attraverso il RSI (2005) e che programmi per la sua implementazione, è ricercato Per formare un sistema di vigilezione e risposta sanitaria pubblica internazionale, che verrà applicato per definire se viene prodotto uno SPII, secondo l’algoritmo decisionale contenuto nel regolamento stesso, articolo 10 e allegato II.

Come funziona RSI . L’RSI (2005), non è solo uno strumento giuridico ma configura una delle sei priorità di leadership del programma WHD Work, il cui scopo è promuovere la salute e il benessere globale. Attraverso più programmi, che facilitano la collaborazione con i partner di diversi settori e incoraggia le iniziative esistenti nello Stato membro, per rafforzare le capacità di base richieste dal regolamento e le guidano su come armonizzare i rispettivi quadri giuridici con lo stesso.

per La sua parte, i paesi hanno concordato di adempiere a vari obblighi che contribuiscono all’efficace monitoraggio, risposta, verifica e notifica e notifica di tali eventi che potrebbero avere effetti sulla comunità internazionale e che danno loro il suo sostegno per un rilevamento globale, avviso e risposta nel pubblico internazionale Salute.

Rilevamento globale, avvertimento e risposta nella salute pubblica internazionale. La RSI (2005) formalizza un sistema di rilevamento, avviso e risposta internazionale per quando si verifica un importante evento di salute pubblica, suscettibile alla propagazione, che conduce l’OMS, coordinare efficacemente le operazioni di risposta, la gestione e la fornitura delle informazioni necessarie. Il regolamento consente alla massima autorità di chi – il direttore generale – dichiarare l’inizio e / o la risoluzione di un’emergenza di sanità pubblica internazionale (SPII).

Aree di lavoro per l’applicazione dell’SI (2005 ). Le sette azioni strategiche per guidare l’applicazione RSI (2005), definita da chi, sono:

  • Promuovere alleanze globali.
  • Rafforza i sistemi di sorveglianza nazionali, la prevenzione, il controllo e la risposta alle malattie.
  • Rafforzare la sicurezza della salute sul viaggio e il trasporto.
  • Rafforza chi è il sistema di avviso e risposta globale.
  • Rafforza la gestione di rischi specifici.
  • Supporta i diritti, gli obblighi e le procedure.
  • condurre studi e progressi del monitor effettuati.

programma. Sebbene l’RSI (2005) prevedesse un programma di attuazione progressiva delle capacità di base richieste da ciascuno Stato membro dalla data di approvazione nel 2005 al 15 giugno del 2016, per la piena conformità, non tutti gli Stati membri, sono riusciti a soddisfarlo in quel periodo. La situazione sollevata nei paesi colpiti dal recente Ebola SPII è un esempio di questo.

Viaggi internazionali. Chi attraverso la pubblicazione ha intitolato “Travel and Health International” (Ith), aggiornamenti, annualmente, la diffusione di professionisti medici e informazioni sulla salute pubblica per dare consulenza ai viaggiatori internazionali, alle aree di rischio e alle misure igieniche richieste dai rispettivi paesi a tali viaggiatori .

Inoltre, che aiuta i paesi a sviluppare la capacità di base richiesti dalla RSI (2005) in porti, aeroporti e incroci di frontiere terrestri designati per limitare la propagazione dei rischi per la salute pubblica e, allo stesso tempo, minimizzare ingiustificato Interferenze con il viaggio e il commercio.

In tal senso, che sviluppa guida e offre esercizi di formazione e di formazione sul terreno e fornisce anche l’elenco dei porti autorizzati per emettere certificati di guarigione a bordo.

eventi multudinali. Le concentrazioni multitudinali sono eventi frequentati da un numero così di persone Ciò potrebbe essere sottoposto a una pressione aggiuntiva sulle risorse sanitarie pubbliche da una comunità, uno stato o una nazione per prevenire o alla fine gestire un evento di salute pubblica di importanza internazionale. Chi offre orientamenti ai paesi ospitanti di questo tipo di eventi da programmare per effettuare compiti di preparazione nel campo della salute pubblica.

a coloro che forzano la RSI

  • A chi, che deve:
    • Cooperare con i paesi membri per rafforzare i loro sistemi di sorveglianza della salute pubblica e rafforzare le loro competenze professionali.
    • Applicare una valutazione del rischio di approccio che comprende tutti i tipi di salute pubblica pericoli che richiedono una risposta immediata e possono essere causati da più di un fattore di rischio.
    • Guida paesi per gestire la comunicazione del rischio.
    • facilitare l’identificazione degli agenti coinvolti in tali eventi.
    • Aiutare i paesi per preparare le sue relazioni annuali all’AMS e formulare I suoi piani d’azione nazionali per attuare il RSI e sviluppare le sue capacità nazionali, attraverso la diretta collaborazione con i suoi sei uffici regionali, che.
    • effettua raccomandazioni temporanee o permanenti prima degli eventi della salute pubblica di importanza internazionale.
    • Convoglia il comitato di revisione (per monitorare la regolamentazione) o il comitato di emergenza (prima di un SPII).
    • Dichiarare l’avvio o la fine da un SPII, dopo aver effettuato le relative richieste con lo stato interessato.
  • agli Stati membri che devono:
    • implementare, soddisfare e monitorare l’applicazione dell’SI (2005), attraverso le seguenti attività:
      • Stabilisci un centro di collegamento nazionale (CNE) Per notificare la comparsa di casi, risultati di laboratorio, numero di casi e morti dovuti a una determinata malattia o condizione, mantenendo la comunicazione dei rischi multisettoriali e multilivello.
      • Identifica l’autorità nazionale responsabile e del confine .
      • che forma risorse umane su diritti, obblighi e procedure.
      • Designare i punti di ingresso per la capacità di sviluppo e porte di elenco autorizzate a emettere certificazioni.
      • valutare le capacità programmate in Allegati IA e B del RSI e il suo piano d’azione per mantenerli con la stima delle risorse finanziarie per rilevare, valutare e controllare eventi di salute pubblica di importanza internazionale, sia a livello nazionale, intermedio e locale e nei punti di ingresso.
      • Sviluppa un piano nazionale di emergenza e piani di contingenza contro eventuali SPII.
      • Segnalazione annuale di AMS sullo stato delle funzionalità di base richiesto dalla RSI (2005).
      • Rispetta i diritti dei viaggiatori internazionali, preservando la loro dignità, la riservatezza dei loro dati, senza discriminandoli, fornendo le necessarie misure sanitarie in base a criteri scientifici e ragionevoli e fornendo un trattamento adatto, in sicurezza nelle procedure e richiedendo il consenso informato.
  • altre agenzie associate, chi deve:
    • Per collaborare con chi, in generale come agenzie specializzate dell’organizzazione delle Nazioni Unite (ONU).
  • viaggiatori internazionali, chi deve:
    • Soddisfare le misure di salute e esibiscono la documentazione richiesta dagli Stati membri per conformarsi al RSI (2005), sul suo viaggio internazionale, secondo la legislazione.

Bibliografia

who (ottobre 2006). Costituzione di chi. Documenti di base, supplemento della 45esima edizione.

Who (2007). Riferire sulla salute mondiale. Protezione globale sulla salute pubblica nel 21 ° secolo: un futuro più sicuro.

Who (2005). Regolazione sanitaria internazionale: 2a edizione. Disponibile in http://www.who.int/ihr/es/

—————————- —————————————
ricevuto: 07/11/2016; Pubblicato: 03/2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *