Marzo 10, 2021

Posiziona uno smart plug nella caldaia è la decisione migliore per l’inverno, con un asterisco (importante)

Philips Hue HomeKit Plug 01

share

29 ottobre 2020, 18:01 – Aggiornato il 17 marzo 2021, 18:10

Dicono che quando la vita ti dà i limoni, devi fare limonata. E se c’è una pandemia globale che ti contiene a casa, è meglio che partire per vivere la gente. Un’idea che puoi pentirsi in inverno se non hai un buon riscaldamento. Ecco dove viene in gioco lo smart plug di Philips Hue, compatibile con HomeKit.

Un accessorio che unisce a coloro che hanno già avuto il marchio olandese e che mi ha servito per controllare e automatizzare dall’iPhone una caldaia con decenni dietro di lui. Con il valore aggiunto che il homekit homekit, Siri e l’intero ecosistema di mele portano.

Philips Hue Smart Plug: caratteristiche tecniche

Philips Hue HomeKit Plug 03

  • Tipo di accessorio: Smart Plug.
  • Dimensioni: 8.35 x 5,1 x 5,1 cm.
  • Peso: 154 grammi.
  • Connessione: Bluetooth.
  • tensione: 220-240V.
  • Potenza massima: 2.200W.
  • Compatibile con HomeKit: Sì.
  • Richiede Philips Hue Bridge venduto separatamente.
  • Prezzo: 24,79 euro in Amazon.

Sostituendo un tappo programmabile

Philips Hue HomeKit Plug 06

La caldaia che abbiamo è un animale imponente. Includire in un angolo del deposito, occupa una mezza parete compreso il deposito diesel da 400 litri. I controlli di controllo sono abbastanza semplici: pulsante di accensione e ruota della temperatura. Non appena lo attiva, il circuito dell’acqua inizia a vibrare in tutta la casa.

Spina alla parete Abbiamo avuto un timer programmabile che ci ha offerto un modulo di automazione rudimentale. Non è stato nemmeno digitale, poiché utilizza un sistema di roulette che quando si gira il set di accensione e spegnimento dei periodi. Sebbene possano essere programmati diversi programmi, al momento del freddo inizia a spremere, non avrei servito come configurazione.

Siri
con una tappa intelligente È possibile automatizzare anche gli elettrodomestici con decenni dietro di te

Per questo motivo, abbiamo deciso di utilizzare una spina intelligente per pianificare la caldaia a nostro piacimento. L’idea è quella di poter illuminare e spegnere il riscaldamento dall’iPhone ed essere in grado di farlo così tanto dentro e fuori casa. E, naturalmente, utilizzare l’automazione offerta da homekit per scegliere i nostri programmi.

una spina per creare una caldaia sciocca

Philips Hue HomeKit Plug 05 Caldaia con pulsante di accensione e selettore della temperatura, candidato adatto per posizionare una spina intelligente.

In un mondo perfetto, una nuova caldaia potrebbe essere installata con regolazione della temperatura e attivazione remota. Ma il costo e il tempo di installazione lasciano fuori dalla discussione. Quindi, posizionare una spina intelligente diventa un’opzione attraente.

Nel mio caso, la scelta del modello è stata semplice. Abbiamo il Philips Hue Bridge per controllare altre luci della casa con ciò che per default abbiamo scelto la sua smart plug. La configurazione è il più semplice, poiché è sufficiente collegarlo alla corrente, aprire l’app e cercare l’accessorio. Quasi immediatamente è aggiunto alla nostra casa di automazione di casa.

Durante le prime ore avevamo problemi di connessione, di cui parleremo di seguito. Quindi, la connessione si è stabilizzata e da allora non c’è stata un momento in cui è stato perso. Abbiamo provato così tanto collegato al ponte di Hue tramite Wi-Fi come dalla connessione cellulare per iPhone.

In assenza di scegliere la temperatura, utilizziamo l’automazione dell’app domestica per creare quattro frange durante la settimana e quattro altri per il fine settimana. Sono periodi di sei ore in cui l’accensione è alternata allo spento.Se nei mesi più difficili è necessario, potrebbe prolungare il tempo di accensione, regolare manualmente la temperatura o entrambi.

la connessione nel punto di vista come sintomo del caos sulle piattaforme domotiche

Philips hue homekit plug 04 /div>

Quando ho comprato questa smart plug, ho pensato che avresti la connessione Wi-Fi e Bluetooth. Tuttavia, dopo aver controllato che nelle prime ore ha dato problemi collegati nella caldaia, che è separata sia dal router che dal ponte Philips, pensavo che sarebbe stato risolto mettendo il mio router di mesh. Ho ancora avuto salvato per non averlo fatto.

I problemi di connessione sono scomparsi, ma non a causa della rete. Apparentemente, il sistema Bluetooth non è abbastanza lontano da interrompere la connessione con la spina, purché il ponte sia posizionato su una superficie chiara. Il dubbio che sorge è se sarà interrotto in un momento inconveniente, in quanto può essere fuori casa, lasciando la caldaia o fuori diversi giorni. Una qualsiasi delle due opzioni è cattiva, poiché in un consumo energetico inutilmente e nell’altro troverete la casa ghiacciata quando è tornata.

Philips HUE Smart Plug Plug, con Bluetooth, compatibile con Alexa e Google Home

Philips Hue Plug Smart Plug, con Bluetooth, compatibile con Alexa e Google Home

In un certo senso, questo è un riflesso di uno dei problemi di cui è soffre lo scenario domotico attuale. L’abbondanza di opzioni, connessioni, protocolli, piattaforme e assistenti può generare confusione e frustrazione nel consumatore. Una cattiva esperienza può causare agli utenti di scartare completamente soluzioni più spaziose nelle loro case.

Nel mio caso, darò questa spina un’opportunità. L’ecosistema montato da Philips intorno a HomeKit al momento mi ha servito bene. Ma se i problemi avverterai dovrai cercare altre opzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *