Marzo 22, 2021

Moda dei tatuaggi con lettere in ebraico

Steph Curry, US Nba Basketball, ha un tatuaggio della bambola che dice “Ahava L’Olam Nijshelet,” l’amore non fallisce mai “. Viene dai Corinzi 13: 8 del Nuovo Testamento. Non così ebreo, ma ancora ebraico!

E in Cile, Archer Paulo Garcés, ha anche numerose iscrizioni in ebraico in una delle sue braccia …

Una moda che a disagio

Comprensione degli atleti dell’élite sono solitamente modelli da seguire dai giovani, abbiamo consultato il rabbino Ariel Sigal riguardante l’uso dei tatuaggi, nel contesto della religione ebraica.

“Il giudaismo non consente ai tatuaggi e Dovremmo scoraggiare questa pratica quando si tratta di iscrizioni definitive. La presunzione è che D’s consegna un corpo per prendersi cura di lui, nell’immagine e nell’immaginalità -Betzelem Elokim, dobbiamo tenerlo per restituirlo nelle migliori condizioni. Per motivi di salute , Il tatuaggio potrebbe essere permesso. Recentemente, Harvard e Mit hanno trovato un sistema di abisso dermico in cui l’inchiostro è sostituito da biosensori. O, ad esempio, quei tatuaggi biosensici in cui l’inchiostro chimico può rilevare malattie precoci, per l’occasione con la ricerca svizzera, per l’occasione fare Avevano ipercalcemia attraverso un tatuaggio “.

– Da dove viene il divieto?

-Il comandamento è esplicito a Vaykra 19,” Né il principio in te stesso: Io sono D’s “. In un quadro storico, Maimonide spiega che le iscrizioni hanno portato alla usanza dei popoli pagani alle immagini del tatuaggio e dei sul suo corpo.

Parallelly, molti tatuaggi rispondono a questa visione: tatuaggio la squadra di calcio, idolaizza una frase, Un’immagine di un cantante, un nome, un’immagine in generale. Il Mishna Makot 3: 6 discute se tutti i tatuaggi o solo quelli che incorporano il nome di D’s, perché il versetto biblico originale è “tatuaggio con I am D’s”.

Infine, che è stato considerato colpevole di il suo atto. È diverso, quando sono stati costretti a farlo come il caso della Shoah.

– Come si avvicina a questo con i giovani, nel contesto del grande boom di questo tipo di pratica?

-it è un andamento in aumento, una moda che in precedenza ha presentato prurito per il mito di contagio di malattie o appartenenti a alcuni settori della società. I giovani, anche tra quelli che decidono il tatuaggio, hanno rispetto per praticare e sono educati in modo tale da declinante. Dai argomenti biblici a storici, come voler continuare con una pratica nazista e dolore dannoso per gli ebrei. E se già decidono di tatuare, cercano da qualche parte che non è visibile., Per paura di perdere offerte di lavoro, essere giudicate o semplicemente pentirsi in un momento per. Questo risponde a Tzniut -Cree-, ciò che nasce dall’intimo dovrebbe rimanere privato. È paradossale che, nonostante il divieto, il tatuaggio tra i giovani ebrei è un simbolo di riaffermazione dell’identità. Ad esempio, scelgono frasi ebraiche, parole ebraiche o simboli di tradizione.

– Quale rilevanza ti assegna a questo argomento, rispetto ad altre pratiche che hanno a che fare con la santità del corpo nella tradizione ebraica, come Ad esempio non essere cremata?

– Siamo ricavati nella letteratura rabinica che questa pratica non ha una base per limitare, ad esempio, sepoltura in un cimitero ebraico. Non c’è nemmeno una legge che vieta a chi ha tatuato fermare dai rituali di una sinagoga. Il fatto è che qualcuno che viola Shabbat o Kashrut ad un certo punto della sua vita, non riceverà una sanzione che è sicuramente a parte il suo grigio; Allo stesso modo, che è lattato non riceverà tale sanzione perché non è certamente peggiore di quanto sopra. È solo che la natura permanente del tatuaggio, la trasgressione è visibile come qualcosa di costante. Il proibito è la decisione di prendere il tatuaggio. Se sei stato costretto a un tatuaggio, il Talmud Guittin 20b, sottolinea che non c’è colpa in te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *