Marzo 12, 2021

Manuale di redazione

Capitolo 2. L’articolo scientifico.

Nel mondo di oggi uno dei modi per rendere i risultati delle indagini sta scrivendo un articolo scientifico perché ciò che è investigato e non è scritto, o è scritto e non pubblicato, è equivalente a ciò non è indagato , Molti chiedono cosa la chiave è scrivere un articolo scientifico?, il modo migliore per imparare a scrivere un articolo scientifico lo sta facendo.

Generalmente, un articolo è respinto per pubblicare quando si dispone di problemi di contenuto e sempre dopo che si tratta di un brutto design di ricerca. Una buona ricerca potrebbe non portare a un buon articolo se il modo appropriato per elaborarlo e un articolo scritto scarsamente può dare il tasto con il risultato di una buona ricerca, quindi l’importanza di progettare adeguatamente l’indagine e la stesura dell’articolo che mira a rivelare il divulgativo risultati di esso.

Secondo Robert Day, un articolo scientifico è “un rapporto scritto e pubblicato che descrive i risultati della ricerca originali … che dovrebbe essere scritto e pubblicato in un certo modo, definito da tre secoli di mutevoli tradizioni, editoriale pratica, etica scientifica e influenza reciproca delle procedure di stampa e pubblicazione. “Il testo di un articolo scientifico deve essere scritto secondo le regole della formulazione scientifica e dovrebbe essere caratterizzata da chiarezza e concisione; la sua struttura deve seguire il formato IMRYD (introduzione, metodi , risultati e discussioni).

2.1 parti dell’articolo scientifico.

Bobenrieth rilancia che un articolo scientifico consiste nelle seguenti parti:

a. Parti preliminari :

• Titolo

• Autore / i

• Istituzione (s)

• Riassunto e parole chiave

b. Parti del corpo:

• Introduzione

• materiale e metodi

• Risultati

• discussione

• Concredi Usion

Casse finali:

• Riconoscimenti

• Riferimenti bibliografici

• Appendici.

Di seguito è spiegato come ciascuno di essi dovrebbe essere scritto.

a. Parti preliminari:

La selezione del titolo di un articolo scientifico può essere fatto prima, durante o alla fine della scrittura dell’articolo, e mira a:

• Descrivere il Contenuto dell’articolo in modo chiaro e specifico, accurato, corto e conciso

• Consentire al lettore di identificare facilmente l’argomento

• Aiuta il bibliotecario a classificare e indicare esattamente il materiale.

Collegamento corretto Il titolo è vitale perché molte volte dipende da ciò che viene recitato è deciso di consultare o non il documento davanti a lui, un documento può essere molto buono per il suo contenuto eppure leggermente o mai letto Se il titolo non è in grado di catturare l’attenzione di chi lo vede, succede anche che un titolo gravemente elaborato ci fa scartare un documento con informazioni preziose.

Una caratteristica che non può essere priva di un buon titolo è la chiarezza che non è altro che l’impiego, di una sintassi corretta e un vocabolario alla portata dei lettori, tuttavia a volte sono titoli che soffrono Esso e questo accade perché:

• Le parole ambigue vengono utilizzate

• Viene utilizzato il gergo o Jerigonza

• Abbreviazioni e acronyges.

Un’altra caratteristica che deve essere sempre presente in un titolo è la concisione che non è altro che brevità nel modo di esprimere i concetti, cioè, come esprimerli esattamente con il minor numero di possibili parole.

Ci sono autori che sollevano la necessità per l’uso di un sottotitolo per specificare il contenuto del documento, riteniamo che se il titolo è necessario, il sottotitolo non è necessario. Se fosse essenziale l’uso di un sottotitolo ricorda che la somma di entrambi, il titolo e il sottotitolo, non dovrebbe passare 15 parole.

Gli errori più frequenti che vengono presentati in relazione alla concisionebilità sono:

• Top Titoli estesi (superano le 15 parole)

• togeles troppo corti (telegrafi e non specifico)

• In eccesso preposizioni e articoli nel titolo

• uso inutile dei sottotitoli.

titoli P vengono presentati a volte con errori di superssplicazione che non sono altro che la dichiarazione o l’esposizione ripetitiva e inutile di un concetto, che è ovviamente, ad esempio:

• studio su … ..

• Ricerca vicino a ….

• Rapporto di ….

• Contributo a … ..

• Risultati di uno studio su ….

• Analisi dei risultati di ….

Un altro errore che si osserva è scrivere titoli in modo interrogativo, questo non è corretto perché il titolo dovrebbe essere sempre una preghiera semplice e affermativa e non una domanda, ad esempio:

errato

Corretto

In che modo diversi fattori psicosociali influenzano l’abbandono anticipato del seno?

L’influenza di diversi fattori psicosociali nell’allattamento anticipato dell’allattamento al seno

C’è qualche legalità o autonomia della pedagogia?

La legalità o autonomia della pedagogia

Di seguito sono alcuni esempi di titoli errati:

• Mortalità infantile in un’area sanitaria. Alcuni fattori di rischio

• Cuba: possibilità per lo sviluppo di fonti rinnovabili di energia

• Maybel: prima varietà di pomodoro per uso industriale e tollerante a basse forniture di acqua ottenute a Cuba inducendo Mutazioni

• Studiare sul trattamento di HTA negli anziani

• Vulnerabilità della zona costiera della provincia di Villa Clara fino all’erveria provocata dai cicloni tropicali. SCENARIO ATTUALE E PROSPETTIVA

• Studio del comportamento dei fattori di rischio per la salute dei bambini in tre uffici del medico del medico di famiglia del Comune di Güira de Melena

• Sium: il salvataggio dell’urgenza

• proposta di uno strumento diagnostico per valutare la comprensione della gestione delle informazioni e della conoscenza nella società nel design del miglioramento City Havana (DCH)

• otite media acuta nei bambini sotto i due anni. Alcuni aspetti epidemiologici

• Valutazione della saturazione dell’ossigeno per pulsioximetria in pazienti con BPCO. Studio preliminare

• Asma bronchiale. Eziologia, complicazioni e terapia in donne in gravidanza.

Esempi di titoli corretti:

• Modello di valutazione del software che impiega indicatori metrici in sorveglianza scientifica-tecnologica

• alcuni aspetti epidemiologici dell’otite media acuta nei bambini sotto i due anni

• Nanotecnologia per salvare il ricordo storico dell’umanità

• composti fenolici presenti nei fogli di Ibiscus Sororius LF Frazione B

• Scrittura scientifica: un problema di formazione o informazione

• L’attività dei funghi mycorrhizic arbuscolari nella struttura del suolo

• trattamento prematuro di spermatico reflusso venoso

• approccio classico e movimenti sociali in America Latina.

• Arte e scienza in anamnesi

• luccía jig: night custode infallibile in Bruxopats

• Applicazione di un modello di analisi del testo narrativi

• Diagnosi, valutazione e trattamento corrente della notte Enuresis nel bambino

• Tecnologie di gestione. Un’opportunità per i sistemi sanitari.

L’autore di un articolo scientifico è la persona responsabile con il contenuto dell’articolo perché rende un contributo intellettuale e trascendentale nello studio effettuato.

rispetto all’autore / i Dovrebbe essere incluso:

• Nome completo (nomi e cognomi) anziché le iniziali, delle persone che hanno sostanzialmente contribuito all’inchiesta di Accordo per l’entità e l’importanza del suo contributo

• Laurea scientifica e categoria di insegnamento o di ricerca più pertinente di ciascun autore

• Indirizzo e telefono dell’autore principale

• Email.

L’ordine degli autori dipenderà dalla decisione che adotta congiuntamente i coautori. In ogni caso, gli autori dovrebbero essere in grado di spiegare il lavoro.

In relazione all’istituzione / i sarà registrato:

• Nome (i) dell’istituzione o del / i Centro / i dove è stata sviluppata la ricerca

• Indirizzo accurato dello stesso con il corrispondente codice postale

Se l’articolo è il lavoro degli autori di varie istituzioni, verrà fornita elenco dei loro nomi con le rispettive istituzioni, in modo che il Lettore può facilmente impostare i collegamenti corrispondenti.

In relazione al riepilogo, questo non è altro che l’esposizione condensata del contenuto di un documento che espone il soggetto, gli obiettivi, i metodi, i risultati fondamentali e le conclusioni, a volte include le raccomandazioni o i suggerimenti e in generale assistenza a cui la leggi per determinare se si consulta o non si consiglia questo documento. Quando Robert Day ha espresso la magistratura è “una versione in miniatura dell’articolo scientifico”.

Questa parte dell’articolo mira a:

• Guidare il lettore per identificare il contenuto di base dell’articolo in modo rapido e preciso

• consente al lettore di decidere Se sei interessato a leggere il documento per intero.

L’importanza del riepilogo risiede in quanto:

• Molti professionisti leggono solo il titolo e il riepilogo

• La maggior parte dei diari sono presentati sotto il nome degli autori E insieme al titolo è l’unica parte dell’articolo incluso nei sistemi di informazione bibliografici come indice Medicus, Excerpta Medical Medical, Chimica Abstracts, Medicus medico indice, abstract biologici, tra gli altri.

• Un buon riepilogo può sostituire in alcuni casi a leggere l’articolo originale.

Il contenuto del riepilogo deve esprimere in modo chiaro e breve:

• gli obiettivi e la portata dello studio

• la metodologia utilizzata

• Risultati (risultati principali)

• Conclusioni (principale).

Ci sono diversi modi per classificare i riepiloghi, il più noto è noto:

Sommario indicativo o descrittivo Colui che offre una descrizione generale e breve del documento, cioè ci consente di sapere cosa si tratta del documento. Espone l’obiettivo dell’inchiesta ma non i risultati ottenuti ed è caratterizzato dall’assenza di dati qualitativi e quantitativi. La sua funzione principale è fornire all’utente una base per decidere se è necessario leggere il documento o meno. Può includere tra 100 e 150 parole6. Si ritiene che questo tipo di sintesi è l’ideale per la revisione articoli o recensioni e comunicazioni per conferenze (allegato 1).

Riepilogo delle informazioni fornisce le informazioni pertinenti contenute in un documento, inclusi scopi, metodi, risultati e conclusioni. Può includere tra 150 e 200 parole quando si tratta di articoli di riviste, e 500 parole se è tesi o monografi6 alcuni autori aumentano che è il più appropriato per gli articoli originali (allegato 2).

Summary strutturato offre un breve riassunto di ciascuna delle sezioni principali di un documento, presenta le diverse parti in modo esplicito (introduzione, metodi, risultati e discussioni). La sua caratteristica fondamentale è la completezza, aiuta gli arbitri a rilasciare giudizi più accurati degli articoli proposti per la pubblicazione e fornire una maggiore facilità per la ricerca di informazioni sintetizzate in database, pubblicazioni referenti e altre fonti. La sua estensione non supererà le 250 parole. Gli aspetti fondamentali che devono essere considerati facendo un riepilogo strutturato sono:

• Obiettivo della ricerca

• Tipo di studio

• Variabili e come sono gli stessi stessi

• Risultati valutati e come sono valutati

• Come è stato ottenuto il campione

• Secondo il tipo di studio: Studi sperimentali – Distribuzione dei soggetti in ciascuno Gruppo, studi longitudinali – Considerazioni finali, studi con gruppo di controllo – se i controlli sono appropriati

• Analisi statistica

• Se i risultati clinici sono socialmente significativi

• Conclusioni sul problema in questione (allegato 3).

Lo stile del riepilogo deve garantire:

• Posizionare la ricerca in tempo e posizionare

• Presenti risultati numerici accurati

• Indicare i limiti della validità delle conclusioni

• Escludere le abbreviazioni e i riferimenti bibliografici

• Escludere informazioni o conclusione che non è nel testo

• Utilizzare il modulo impersonale ( Terzo Personale)

• Scrivere nel passato, ad eccezione della frase conclusiva

• Individualo tra il titolo e l’introduzione

• Deve essere scritto in un singolo paragrafo

• Devi rispondere alle domande Cosa? Come?, quando? e dove?.

• Errori frequenti in un riepilogo:

• Non intelligibile da solo

• Nessun risultato rilevante è incluso

• Include irrilevante Informazioni o conclusioni non correlate relative al testo

• Mancanza di precisione

• Mancanza di concisione

• Mancanza di ordinazione.

Procedura per scrivere un riepilogo:

• Leggi il testo per conoscere il suo contenuto, tenendo conto che l’introduzione e le conclusioni contengono, quasi sempre, il più importante del testo.Si consiglia di leggere il sommario per avere un’idea generale del documento

• Scrivere una prima bozza, con le note e le note prese dalla lettura, evitando la trascrizione letterale di parti dell’originale Testo

• Iniziare il riepilogo con una frase che contiene gli elementi essenziali del documento originale, evitando la ripetizione delle stesse parole del titolo

• scrivere in terza persona ed evitare frasi come: Come dice l’autore, il documento conclude

• Adottare la terminologia standardizzata o il fallimento del fatto che il

stabilito per lo stile chiaro, conciso e accurato, nonché la grammatica.

parole utili per la preparazione di abstract:

aggiungi Determina Report
Afferma DIFFERENCEARY Presents
Ingrandisci Distraring Proposta
Analisi Elaborato Rivelazione
Commenti enfatizza Risultati
Elenco Review Review
contiene Stima trattare
Definisci spiega selezionare
Sviluppa Exhibits Punto
Descrivi Identifica sintetizza
include suggerisce

Parole chiave: è una proposta di termini con cui il documento che dà il Autore dell’articolo, può oscillare tra 3-10 parole e mira a contribuire al processo di indicizzazione del documento dagli specialisti.

L’introduzione mira a:

• spiegare il problema generale

• Definire il problema di ricerca

• Presentare lo sfondo che basa il fondo Studio (revisione bibliografica)

• Definire gli obiettivi dello studio.

Per definire gli obiettivi è necessario essere molto chiari del problema da studiare, quindi è:

• Identificare il problema per osservazione e / o per studio

• Descrivere l’origine del problema

• Evidenziare la grandezza e l’importanza del problema

• differenziare gli elementi del problema

• differenziare Il problema generale della ricerca sui problemi

L’obiettivo dell’inchiesta dovrebbe essere incluso alla fine dell’introduzione per:

• inutilizzare un univoco, chiaro, preciso, fattibile e misurabile Risultato che sarà ottenuto una volta il processo di ricerca

• Definire uno stato o una situazione quantificabile in un particolare luogo e ora, che viene tentato come risultato dell’inchiesta

• corrispondere a a Domanda di ricerca la cui risposta costituirà la conclusione dello studio.

In questa parte dell’articolo, solo i riferimenti bibliografici strettamente necessari saranno inclusi e le conclusioni dei dati non saranno incluse o.

I metodi, questa sezione nota anche come materiale e metodo, pazienti e metodi, progettazione metodologica, soggetti e metodi, tra gli altri è molto importante, poiché presenta la strategia seguita durante il processo di ricerca e obiettivo:

• Descrivere il design della ricerca

• Spiega come è stato effettuato lo stesso

• Fornire informazioni sufficienti per un lettore competente che posso ripetere lo studio.

Qui è molto importante presentare la sequenza che ha seguito l’indagine:

• Design generale

• Definizione di universo e mostra

• Descrizione del metodo

• Definizione delle unità di misura

• Definizione operativa dei termini

• Descrizione dei metodi per determinare la validità interna ed esterna delle prove .

Quando si scrive questa parte, è necessario stabilire un ordine precedente per questo, che può essere il seguente:

• Design dello studio

• Selezione dei soggetti

• Assegnazione dei soggetti per studiare gruppi

• intervento (trattamento)

• misurazione dell’impatto

• Metodi di analisi

• Statistiche utilizzate.

L’etica della ricerca è molto importante, quindi quando si riportano gli esperimenti con gli esseri umani, è necessario indicare se la dichiarazione di Helsinki è stata presa in considerazione, inoltre, i dati dei record medici del paziente non dovrebbero essere utilizzati.

Gli errori più frequenti osservati negli articoli quando si digita questa sezione sono:

• Design inappropriato per l’obiettivo dell’inchiesta

• Disegno in disaccordo con L’attuale livello di conoscenza del problema

• Design con disegni etici

• campione non rappresentativo dell’universo

• Imprecisione nella descrizione dei materiali

• Imprecisione nella descrizione dei metodi

• Ipotesi scarsamente formulata

• Assunzioni di ricerca di base non esplicite

• Mancanza di spiegazione dei limiti di studio

• inclusione dei risultati

• mancanza di ordinazione

• Fare riferimento a pazienti e animali come materiale

• Uso di nomi commerciali dei farmaci.

I risultati devono fornire dettagli sufficienti per consentire ad altri scienziati di stimare la validità e la precisione della ricerca effettuata, hanno l’obiettivo:

• Presentare che le informazioni pertinenti agli obiettivi di studio

• Presenta i risultati in una sequenza logica

• Utilizzare il mezzo più adatto, chiaro ed economico

• riepiloga il trattamento statistico delle informazioni raccolte

• Menzione di tutte le conclusioni rilevanti, comprese quelle contrarie all’ipotesi

• Segnalare un dettaglio abbastanza come giustificare le conclusioni.

Presentando i dati, i dati e le illustrazioni più rilevanti dovrebbero essere indicati nell’articolo dell’articolo, dei dati più rappresentativi e valutatibili, con disposizioni adeguate per ciascuna variabile e con tale sequenza che supporti logicamente il ipotesi o rispondere alla domanda di ricerca. Le forme più frequenti di presentare i dati sono: testo, tabelle (tabelle), grafica e illustrazioni (fotografie, mappe, immagini, ecc.).

Il numero di tabelle, grafica e illustrazioni dovrebbe essere limitata agli elementi essenziali per spiegare i risultati, le schede e la grafica con gli stessi risultati non dovrebbero essere ripetuti.

Il testo costituisce la forma principale e più efficiente di presentazione dei risultati, dovrebbe essere limitato ad esporre il rigorosamente necessario, utilizzando una successione adeguata dei paragrafi, nonché titoli e / o sottotitoli solo se sono essenziali Per aggiungere chiarezza, pertanto, i dati numerici contenenti le tabelle e la grafica non devono essere ripetuti nel testo, in esso, tutte le tabelle e le figure devono essere citate, così come tutti i riferimenti bibliografici e il tempo passato che prende cura Ripetendo ciò che è descritto nella sezione del materiale e del metodo.

La discussione è la parte dell’articolo in cui il lettore deve trovare le risposte chiare e dirette alle seguenti domande:

• Aiuto lo studio a risolvere il problema sollevato nel introduzione?

• Qual è stato il contributo effettivo?

• Quali conclusioni teoriche e implicazioni – le pratiche possono essere dedotti dallo studio?

Questa sezione dovrebbe sottolineare gli aspetti nuovi e più importanti dell’indagine, nonché le conclusioni che derivano da loro. I risultati non dovrebbero essere ripetuti.

L’obiettivo di questa sezione è:

• Esaminare e interpretare i risultati (significato e limitazione)

• Determinare la coerenza o la contrazione dei dati trovati tra SÌ

• Valutare e qualifica le implicazioni dei risultati, in particolare per quanto riguarda le ipotesi originali

• Prendere inferenze valide dei risultati

• Evidenziare qualsiasi conseguenza Teorico dei risultati e della validità delle sue conclusioni

• Indicare le somiglianze e le differenze tra i loro risultati e il lavoro di altri autori

• suggerire miglioramenti nella loro ricerca

• Proponi nuove ricerche.

Gli errori più frequenti che vengono osservati durante la scrittura di questa sezione sono:

• Ripetere i risultati

• Non affrontare i risultati

• Punti riformulati già trattati

• Policing banale

• Realizzare i complimenti teorici deboli

• speculare senza identificarlo come tale e senza relazionarlo strettamente e logicamente con informazioni empiriche o teoriche.

Conclusioni devono essere in linea con gli obiettivi dell’indagine, sono finalizzati a:

• dedurre o dedurre o dedurre una verità da altri che sono ammessi, dimostrano o presupporre

• Rispondere alla domanda di ricerca sollevata nell’introduzione, nonché alle domande che hanno portato alla progettazione e alla ricerca

• Molto spesso la conclusione è inclusa nella parte discussa dell’articolo scientifico.

Gli errori più frequenti sono:

• NO CONCLUSIONI

• Le conclusioni non sono giustificate in quanto non supportano la prova dei risultati (risultati)

• Le conclusioni non corrispondono alle domande di ricerca formulate nell’introduzione

Grazie a:

• Riconoscere la collaborazione delle persone o delle istituzioni che hanno davvero aiutato l’autore nella sua ricerca

• riconoscere la cooperazione delle persone che hanno esaminato il manoscritto dell’articolo

• riconoscere la collaborazione delle persone che hanno aiutato nella stesura dell’articolo.

I riferimenti bibliografici sono finalizzati a:

  • Identificare le fonti originali di idee, concetti, metodi e tecniche da studi precedenti pubblicati
  • Prendi la solidità ai fatti e alle opinioni espresse dall’autore
  • guidano il lettore per saperne di più estensione e profondità su aspetti pertinenti di studio.

Quando i riferimenti di un documento devono essere elencati solo i lavori principali pubblicati, documenti non pubblicati (lavori di terminazione di residenza, presentazioni presentate in eventi, abstract, ecc.) Se è essenziale la tua menzione dovrebbe apparire ai piedi della pagina o ha commentato il testo.

Il lavoro nel processo di pubblicazione verrà registrato con il chiarimento “in stampa”.

È necessario collaborare tutto I riferimenti rispetto all’originale prima di presentare il manoscritto da pubblicare e verificare di nuovo nella fase di correzione del test di stampa per evitare errori.

Gli errori più frequenti quando si preparano i riferimenti bibliografici sono:

• Non vengono presentati riferimenti

• I riferimenti sono troppo facili

• I riferimenti sono obsoleti e mostra l’autorizzazione

• I riferimenti non sono citati nel testo o sono erroneamente citati

• I tai sono selezionati senza cura

• I riferimenti sono molto numerosi per dimostrare il Psedo – Eruditazione dell’autore

• Riferimenti non personalmente consultati dall’autore

• I documenti che supportano I riferimenti non sono accessibili al lettore.

Lo stile da seguire quando si sviluppano i riferimenti differisce in base alla rivista in questione, alcuni includono i titoli di altri articoli No, ci sono tutti i dettagli Pagina e altri solo la prima pagina, alcuni punti il mese o mesi a cui il numero corrisponde, ecc. Sebbene ci sia una varietà di stili per elaborare i riferimenti, la maggior parte delle riviste scientifiche utilizzano uno dei tre sistemi generali che indichiamo di seguito:

nome e sistema basato su anno noto come sistema di Harvard è stato molto popolare e anche oggi Viene utilizzato, è molto comodo per l’autore perché non numerato i riferimenti, questi possono essere aggiunti o facilmente soppressi, in questo è il suo vantaggio principale. In questo sistema, sono citati fino a tre autori, quando sono più di tre quindi i tre sono citati la prima volta e quindi sostituiti da “et al”.

Esempi:

“Nello studio condotto da Pérez e Díaz (1990) sono stati ottenuti …”

“Abreu, Roque and Mediane (1993) Segnala i risultati ….”

“Il nostro Il lavoro coincide con gli approcci di Abreu, et al (1993) … “.

Tuttavia, questo sistema ha come svantaggi che per il lettore quando nell’introduzione un gran numero di riferimenti è citato in un paragrafo deve saltare diverse linee di riferimento per riprendere il filo del testo che legge e per Il costo superiore della composizione e della stampa tipografica.

Il sistema numerico-alfabetico è quello di citare con un numero i riferimenti di un elenco in ordine alfabetico (modifica del sistema precedente), facile da preparare per l’autore e da utilizzare per il lettore.

Esempi:

“La funzione del seno carotideo nella regolazione del respiro è stata scoperta da Heymans (13)”

“Miranda sottolinea quel sesso costituisce, come il colore della pelle, un fattore di rischio non modificabile (16) “

i riferimenti sono citati qui secondo l’ordine in cui sono menzionati nel documento, questo è il sistema adottato Dal comitato internazionale degli editori di riviste mediche dal 1978 (noto come standard di Vancouver).

Esempi:

“Entro la cronaca delle malattie, è la demenza un problema di salute grave. Secondo le stime recenti, 24.000.000 persone sono calcolate con la demenza in tutto il mondo, con 4 600.000 nuovi casi ogni anno (2) “

” a Cuba è stato segnalato per la prima volta in un bambino con diarrea, al fine del 1993 e in pazienti con sindrome di immunodeficienza acquisita (AIDS) nel 1995 (3,4). “

Esempi di elenchi di riferimenti bibliografici.

Nome e sistema Anno:

– Organizzazione mondiale della sanità. 1996. Criteri e linee guida sulla salubrità dell’aria in relazione a determinati inquinanti dell’ambiente urbano. Ginevra: chi.

– lópez, e.j. 1986. Prevenzione della crisi dell’asma con Ketotifene. Allergia. 33 (3): 69-73.

– Sánchez, J., H. Díaz e F. Tabella. 1993. Trattamento chirurgico di frattura incompleta senza spostamento di Freiberg negli atleti. Rev Cuban Med 2: 81-8.

Sistema alfabetico numerico:

1. López, E.J. 1986. Prevenzione della crisi dell’asma con Ketotifene. Allergia. 33 (3): 69-73.

2. Organizzazione mondiale della Sanità. 1996. Criteri e linee guida sulla salubrità dell’aria in relazione a determinati inquinanti dell’ambiente urbano. Ginevra: chi.

3. Sánchez, J., H. Díaz e F. Mesa. 1993. Trattamento chirurgico di frattura incompleta senza spostamento di Freiberg negli atleti. Rev Cuban Med 2: 81-8.

Menzione del sistema dell’ordine:

1. Sánchez, J., H. Díaz e F. Mesa. 1993. Trattamento chirurgico di frattura incompleta senza spostamento di Freiberg negli atleti. Rev Cuban Med 2: 81-8.

2. López, E.J. 1986. Prevenzione della crisi dell’asma con Ketotifene. Allergia. 33 (3): 69-73.

3. Organizzazione mondiale della Sanità. 1996. Criteri e linee guida sulla salubrità dell’aria in relazione a determinati inquinanti dell’ambiente urbano. Ginevra: chi.

Le regole attualmente utilizzate nel nostro paese dalle scienze mediche editoriali (ECIMED) del Ministero della Sanità pubblica (Minsap) per limitare i riferimenti bibliografici del lavoro da pubblicare in una qualsiasi delle riviste nazionali che modifica (standard Vancouver) verrà annunciato nel Capitolo 3 Ministro della bibliografia.

Le appendici sono elaborate per completare e / o illustrare lo sviluppo dell’argomento esposto, le informazioni sono incluse qui che da parte dell’estensione o della configurazione non si adattano bene all’interno del corpo dell’articolo; Vengono utilizzati per il controllo dei dati e l’utilità di lettore.

Per coloro che pubblicano nelle riviste che l’ecimed degli originali Minsap possono avere un’estensione massima di otto pagine, comprese le illustrazioni con un massimo di quattro (tabelle, figure, grafica, foto, ecc.) , fino a sei autori e 20 riferimenti bibliografici.

Ogni elemento inviato all’editore deve portare avanti un foglio separato i seguenti dati:

• Titolo dell’articolo

>

• Nomi e cognomi degli autori

• Nome dell’entità in cui funziona (n)

• Titoli accademici, cariche e categorie e / o scientifico

• Nome completo e indirizzo particolare del Centro di lavoro, Telefoni ed indirizzo elettronico, se ce l’hai, l’autore principale

• Nome degli sponsorizzatori dello studio se non è lo stesso come quello dell’affiliazione dell’autore)

bibliografia.

  1. Visal L. L’articolo scientifico. Rev Cuban Med Gen Intemer 1995; 11 (4): 387-94.
  2. Bobenrieth MA, Ribbi-Jaffe A. Parti dell’articolo scientifico. Caracas: ops / chi, conichele; 1988.
  3. Comitato internazionale dei direttori delle riviste mediche. Requisiti di uniformità per manoscritti inviati a riviste biomedica: redazione e preparazione dell’edizione di una pubblicazione biomedica (Internet). 2010 (citato 13 apr 2011). Disponibile a:
    http://www.sld.cu/galerias/pdf/sitios/bmn/vancouver_2010.pdf.
  4. Giorno RA, Gastel B. Come scrivere e pubblicare lavori scientifici. 4 ed. Washington, DC: OPS; 2008 (pubblicazione scientifica e tecnica; 621).
  5. fathalla mf, fathalla mmf. Guida pratica della ricerca sanitaria. Washington, DC: OPS; 2008 (pubblicazione scientifica e tecnica; 620).
  6. Istruzioni metodologiche No.8 / 90. In: Manuale di norme e procedure del sistema informativo nazionale nelle scienze mediche. Città dell’Avana: Minsap; 1990.p.133-41.
  7. lópez espinosa ha. Il riassunto come fonte di informazioni e mezzi di comunicazione. Ripreso il 1997; 10 (3): 136-44.
  8. Rodríguez Loeches J. Il riassunto (editoriale). Rev cuban med 1994; 33 (3): 111-3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *