Marzo 21, 2021

manica per principianti. Scopri l’entusiasmante mondo dei fumetti giapponesi

Il manga è un mondo intero all’interno dell’universo del disegno e del fumetto. In realtà è un’arte a sé stante, in cui troviamo diversi stili e scuole chiaramente differenziate. Se sei appassionato di disegnare il manicotto e non perdi un capitolo di questi meravigliosi romanzi grafici, oggi ti dico tutto ciò che dovresti sapere per approfondire questo mondo. Continua a leggere!

Qual è il manicotto?

in giapponese, manga significa letteralmente “disegni irresponsabili”. Si ritiene che la sua origine sia risale alle incisioni di Hokusai, il grande maestro del XVIII secolo, anche se ci sono molte influenze e le fonti di cui questa arte beve.

per saperne di più Il tema che abbiamo parlato con un autentico esperto di Manga: il fumettista e l’artista Hugo de Juan, specializzato nel disegno orientale e nel professore di Esdip. Hugo è molto chiaro su ciò che questo meraviglioso universo consiste, e per guidarci per lui ha delimitato sette Concetti di base: gli stili della manica Secondo il mercato, La Era Post Otomo, Calma, Ordine di lettura, Onomatopoeiasia, Materiali di disegno e dedizione.

“Dizionario manga”: stili in base alle nicchie di mercato

Scopri tutto il necessario per saperlo per iniziare nella manica Illustrazione del NACHO RUBIO, Studente del corso della manica Sang.

hugo ci dice che “in Giappone, la manica è divisa in diversi generi di lettura. Tra i più famosi e ben noti sono lo Shonen, il Shojo, il Sheinen, lo stoppino … questi generi differiscono nel settore in cui sono diretti, sia per età che per interesse. I lettori possono scegliere tra loro per decidere quale genere vogliono leggere: giovani, adulti, polizia … così, questo varietà generi facilita il compito ai lettori quando acquisti. “

” Post Otomo “

Secondo Hugo, alla fine degli anni ’90 del XX secolo c’è un punto di inflezione che cambia le cose e dà un nuovo impulso al manga. “Nell’anno 1990, la premiere mondiale del film “Akira” costituiva prima e dopo per quanto riguarda il manga e l’anime. Prima del 1990, l’autore il cui stile predominato era il creatore di “Astro Boy”, Osamu Tezuka. Le correnti artistiche del momento hanno seguito le loro linee guida, con una manica più basata sulla tradizionale animazione Disney. Ciò è durato fino all’arrivo di Katsuhiro Otomo, che ha cambiato le cose a rinnovare lo stile del disegno e con storie più realistiche, adulte e circostanti. Grazie ad esso iniziato la seconda epoca della manica. “

la calma

La cultura giapponese capisce come raccontare storie molto diverso dalla società occidentale. Per questo motivo, è essenziale capire che nel manga e nell’anime il ritmo delle storie è molto più fermato. È ciò che Hugo chiama “calma”. “È questo in pausa il linguaggio che sfrutta la storia per rilassare lo spettatore. La calma fa parte del linguaggio classico del manga, ideato dal Maestro Hayao Miyazaki per e per la necessità dello spettatore ‘respirare’ durante il film. ” Hugo ci riferisce alle parole di Miyazaki: lo spettatore “deve godere solo le immagini”. In questo senso, il nostro insegnante sottolinea la grande differenza tra produzioni giapponesi e americane, “pieno di esplosioni, rumore e alto carico di informazioni”.

L’ordine di lettura

Se hai letto un manga comico in occasione, non sarai sorpreso di ciò che ti diremo. Altrimenti, è essenziale che tu sappia che “mentre la scrittura occidentale viene letto da destra a sinistra, l’ordine di lettura della scrittura giapponese è articolata da destra a sinistra e da parte superiore a fondo”. Oltre ad essere qualcosa di essenziale per capire e godere di questo tipo di romanzi grafici, è anche essenziale conoscere questa funzione quando si impara a disegnare manga. “Quando si effettua i testi nelle pagine sandwich l’artista deve seguire lo stesso ordine di lettura, Dal momento che sono originariamente scritti in giapponese “, dice Hugo.

gli onomatopee

in tutti i fumetti o il romanzo grafico, provengono da paese o stile Sono, gli onomatopei sono molto speciali. Ricordiamo tutti il ka-boom degli antichi fumetti di Batman o dei colpi dei classici Mortadelo e Filomon … Tuttavia, nella manica questo fattore acquisisce caratteristiche speciali.”In un vero manga gli onomatopei sono scritti in giapponese e sono illustrati nella terminologia Katakana, che è una delle silabarie della scrittura giapponese insieme all’Hiragana”.

Materiali da disegno

Per essere un artista manga, è necessario selezionare attentamente i tuoi strumenti. Il nostro artista intestazione riduce l’elenco dei materiali essenziali a due (sì, con sfumature): la penna e i telai. Questo è quanto ci dice Hugo : “La penna è il materiale principale da disegnare e dare una buona finitura per inchiostro alle pagine finali. Alcuni mangaks continuano a optare per il metodo tradizionale, nonostante l’ampia varietà di opzioni digitali. Queste risorse simulano e imitano la finitura alla penna tradizionale: da qui la sua importanza, non solo come uno strumento ma anche come carattere di stile. Il secondo materiale da evidenziare sono i fotogrammi: fogli adesivi grigi sottili con texture diverse (punti, linee, ombreggiato …) che vengono tagliati e fissati sulla pagina finita per dare un’ombra proiettata al disegno e generare profondità. Entrambi i materiali consentono di raggiungere una finitura di finitura professionale e fedele. ”

Manga Universo: Concetti di base e chiave

Hugo de juan illustrazione, insegnante manica a sdip

dedizione

Sei interessato a dedicarti al mondo del manga professionalmente? Se è così, devi tenere presente che il lavoro ha un ritmo feroce e richiede centinaia di ore di dedizione … ma come artista, non abbiamo dubbi che ti piacerà ogni e ognuno di loro. Hugo ha molto chiaro: “Il manga prende un ritmo di lavoro selvatico: in Giappone un capitolo settimanale di tutte le famose serie esce, ciò implica la realizzazione di 20 pagine settimanali; a volte, in ogni capitolo intervengono fino a 10 persone a 10 persone a 10 persone a 10 persone allo stesso tempo. Ognuno si occupa di un compito specifico, mentre il “insegnante” (cioè l’autore originale) riguarda il più importante, sia le cornici, la composizione o il disegno dei protagonisti principali. “

Tuttavia, Hugo non esita a scommettere su questa professione. “È un lavoro molto esigente, specialmente per le sue scarse scadenze. Ma è anche il più gratificante: essere un mercato così sfruttato, ci sono molte storie per tutti i pubblico che consentono la creatività di sviluppare in direzioni diverse. “

Sviluppa il tuo talento: forma in manga con il meglio

Ti piacerebbe essere un vero mangaka e imparare a creare le storie più incredibili? Nel corso del manga al 100%, insegnato da Hugo de Juan, otterrai tutti gli strumenti per creare i tuoi progetti manga e dare loro la vita. Un allenamento completo ed esauriente che ti aiuterà a ottenere l’artista in te in te. Scoprilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *