Marzo 13, 2021

L’impegno

Il film inizia con un’analerexsi di un detective della polizia ubriaca, Jerry Black (Jack Nicholson), incongruenze per balbettire in una posizione invisibile. La scena cambia quindi agli eventi che precedono la scena di apertura. Jerry sta pescando sul ghiaccio e poi porta al lavoro. Dopo il lavoro, va in un ristorante, dove il dipartimento ha preparato una festa di pensionamento. Il capitano della polizia Eric Polack (Sam Shepard) dà Jerry un viaggio a pescare in Messico. La celebrazione è interrotta dalla scoperta di una ragazza assassinata di nome Ginny. Jerry decide di andare con un altro detective, Stan Krolak (Aaron Eckhart), alla scena del crimine.

Jerry consegna le cattive notizie per i genitori della ragazza. La madre (Patricia Clarkson) fa Jerry giuro su una croce che Ginny lo ha fatto trovare l’assassino. Un sospetto è il giorno successivo. Stan intervisterà il sospetto, che è un indigeno con problemi mentali (Benicio del Toro). L’uomo finalmente confessa, ma ruba una delle armi dei deputati e suicidarsi con lei. Per tutti gli altri detective, il caso è chiuso. Ma Jerry non crede che l’assassino sia morto quella notte. Rimane fermo nella tua promessa di trovare l’assassino e non andare al viaggio di pesca che l’appartamento gli porse. Jerry visita la nonna della vittima (Vanessa Redgrave) ed è diretta lì da una donna anziana. La nonna dice a Jerry che la ragazza raccontò molte storie, e in una successiva visita a uno dei suoi amici rivela che Ginny aveva un amico chiamato il “Giant”. Jerry vede un’immagine che Ginny ha disegnato il gigante che non assomiglia agli indigeni e lo prende.

Jerry va con Stan e ti chiede di riaprire il caso. Stan nega, ma Jerry ottiene maggiori informazioni su casi simili nella zona. La ricerca di Jerry lo porta a tre casi non risolti e inquietanti che gli indigeni non avrebbero potuto impegnarsi. Jerry presenta questi casi al Capitano Pollack e Stan, che hanno dubbi. Jerry mostra loro l’immagine di Ginny e del gigante. Jerry dice di nuovo a loro ancora una volta che insisterà sulla possibilità di trovare il vero assassino e le foglie. Jerry affitta una cabina e trascorre alcuni tempi di pesca. Trova una stazione di servizio vicino al lago e come la posizione che chiede il proprietario (Harry Dean Stanton) se è interessato a vendere il posto. Jerry formula finalmente la stazione di servizio e si muove verso la piccola casa dietro. Jerry trova una cameriera locale di nome Lori (Robin Wright Penn). Lentamente diventa una figura paterna della sua giovane figlia Chrissy. Dopo che Lori ha una lotta con il suo ex marito, si muoveva con Jerry.

Presto, Chrissy diventa un amico di un reverendo locale chiamato Gary Jackson (Tom Noonan). Jerry si sente a disagio con questo e inizia a pensare che Jackson sia l’assassino. Rivolto a Chrissy Meeting con un uomo che guida una carrozza nera con un pendente di maiale girevole nello specchietto retrovisore. Chrissy gli dice questo a Jerry, spiegando che ha incontrato un mago che gli ha dato caramelle a forma di dolce e gli disse di non dire ai suoi genitori che si incontravano; Pensava che fosse bene dire a Jerry, dal momento che non è suo padre. Jerry si rende conto che questo è l’assassino e, usando Chrissy come un’esca, Jerry intraprende un’operazione, con l’aiuto di Stan, per prenderlo sul posto.

Un carrello con un ciondolo di maiale, ma non va a dove è Chrissy. La donna che ha diretto Jerry alla nonna di Ginny mostra la sua ricerca di un “Oliver” e suggerisce che questo oliver è l’assassino. Dopo ore di attesa, Stan e l’altro poliziotto partono. Dicono a Lori cosa è successo e, dopo essere corso verso il luogo, Lori grida Jerry per aver messo in pericolo sua figlia. L’auto che si stava avvicinando è vista distrutta in un incidente stradale e mentre vi è un’ambiguità deliberata per quanto riguarda l’occupante morto, può essere congetturata come killer. Jerry viene poi visto come è ora, balbettando e parlando con se stesso davanti alla stazione di benzina ormai scomparsa, chiaramente afflitta e sbilanciata dal giro degli eventi, ignorante del destino implicito del killer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *