Marzo 12, 2021

Kim Hughes (Italiano)


universidado

Ha giocato per quattro stagioni con i tassi dell’Università del Wisconsin-Madison, in cui ha una media di 15.3 punti e 11,1 rimbalzi per partita. Si è formata insieme al suo fratello gemello Kerry la coppia di Twin Towers dei Badgers, essendo scelto nelle sue ultime due stagioni al miglior Quintet della Big Ten Conference.

Profediciditar

era scelto nella quaranta-quinta posizione del Draft NBA del 1974 da parte dei Buravoli dei Buffalo, e anche dagli speroni di San Antonio al quarto round della bozza dell’ABA, che lo ha trafitto insieme con ricchi Jones, Chuck Terry e Bobby Warren a New York Reti in cambio di Billy Palultz. Tuttavia, è stata una stagione per giocare l’Innocenti Milano della Lega italiana. Al suo ritorno si è unito a un gruppo guidato da Julius Erving, vincendo il campionato, l’ultimo che stava per contestare dall’ABA. A livello personale, è stato caratterizzato dal suo potere sotto le schede, con una media di 8,2 punti e 9.2 rimbalzi per partita, diventando il secondo miglior rimbalzo offensivo della Lega, essendo incluso nel miglior quintetto dei principianti.

L’anno successivo il team è stato assorbito dalla NBA, e la sua esibizione è caduta nella nuova competizione. È successo a una media di 4.0 punti e 7.0 rimbalzi l’anno successivo e solo 2,2 e 4.3 nella stagione 1977-78, quindi alla fine di esso è stato trasferito a Denver Nuggets in cambio di un futuro secondo turno della bozza. Nei pepite assunse il ruolo sostitutivo di Dan Issel, con poche opportunità di gioco nelle due stagioni che ha giocato su quella squadra. Presto l’inizio della stagione del 1980-81 fu trasferita a Cleveland Cavaliers in cambio di Dave Robisch, dove ha terminato la stagione senza solo essere per il suo allenatore, Bill Musselman.

Finì il palcoscenico nella NBA, Tornando a suonare la Lega italiana, nei ranghi del Banco di Roma, dove nella sua seconda stagione nel team ha aiutato con 12,6 punti e 11.5 rimbalzi per partita nel raggiungimento dello scudetto. Nel 1983 firmata da Opel Reggio Calabria, dove sarebbe diventato la star della squadra nelle cinque stagioni che ha giocato lì. Finì la sua carriera come giocatore che gioca un anno al Philodoro Brescia.

Coaching

Dopo aver ritirato dal basket attivo, è tornato ai Denver Nuggets nel 1998 come direttore dei Soagers, Per passare all’anno successivo alla posizione del direttore del personale, occupando anche la panchina come secondo allenatore. Nel 2003 è assunto con precisione come assistente da Los Angeles Clippers, anche se in seguito teneva la carica di allenatore da febbraio a aprile 2010 sostituendo Mike Dunleavy al capo della squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *