Marzo 13, 2021

John Laurens Tupes (Italiano)

John Laurens Tupas appartiene alla diocesi militare dell’ordinariato militare di Filipilas e sarà formata come seminarista per essere cappellano militare.

“Per me, la vocazione è una chiamata.

Il mio desiderio di essere un prete iniziò durante la mia infanzia quando mia madre spesso ci ha portato in chiesa ogni domenica per frequentare la Messa. Primo ero attratto dal vestiti del nostro parroco e del suo modo di pronunciare la sua omelia nel pulpito. Dopo la mia prima comunione, durante i miei anni elementari, sono andato nell’organizzazione del montaggio della nostra parrocchia.

Potevo vedere la realtà di la vita ordinaria di un prete nella parrocchia, anche se ho tre cugini che sono sacerdoti, ma essendo molto potuto capirlo di più. La vita ordinaria e semplice del nostro sacerdote e il suo servizio per le persone è ciò che mi ha attratto da considerare il sacerdozio fin dall’infanzia.

Ho anche avuto il sogno di essere soldato perché molti di n La famiglia noi stessi sono ufficiali delle forze armate dello stato. Filippine che servono il nostro paese come soldati. Quando mi sono laureato al liceo, stavo pensando di entrare nell’accademia militare, ma d’altra parte, ho fatto un esame per il seminario diocesano della mia università e, dalla grazia di Dio, ho approvato gli esami.

Durante i miei anni universitari al Seminario, ho ancora avuto il desiderio di diventare un soldato in mente. I miei familiari mi hanno detto che c’era un ordinariato militare nel nostro paese dove posso essere soldato e sacerdote come cappellano militare. I riflettuto e ho portato quello nelle mie preghiere per cercare di discernere ciò che Dio vuole davvero da me.

Dopo il mio anno di formazione psicoispirituale nell’arcidiocesi di Jaro, ho deciso di postulare l’ordinariato militare delle Filippine e Per grazia da Dio sono stato accettato.

Il mio desiderio di essere il cappellano militare è precisamente una chiamata all’interno di una chiamata che è a causa della mia preghiera e della mia riflessione contro il Santissimo Sacramento. Ho solo due semplici motivi per cui voglio essere il cappellano militare, in primo luogo, per rispondere alla chiamata perché credo che questa sia la chiamata di Dio e non solo il mio desiderio. E infine, condividi l’amore di Cristo con gli altri attraverso il servizio e il ministero dei sacramenti e dei bisogni spirituali dietro l’uniforme mimetica che mostra l’unità di Cristo con il suo gregge, con il suo soldato e il bisognoso.

La mia vocazione è semplicemente una risposta permanente al Dio che mi chiama. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *