Marzo 20, 2021

IMMIGRAZIONE EUROPEA IN AUSTRALIA

PRINCIPALI AVVISTI DA THE EUROPPEEDICATORI

I primi record dei navigatori europei che salpano in acque “australiani” sono prodotti intorno all’anno 1606 e includono le loro osservazioni della terra conosciuta come Terra Australis Sconosciuto (“Sconosciuto terra del sud”). La prima barca e equipaggio nella tracciatura della costa dell’Australia e dell’incontro con gli aborigeni fu il Duyfken capitaned dall’olandese, Willem Janszoon.

Fare storia: Aborigeni nativi che guardano la prima flotta all’arrivo.

Si stima che tra Gli anni 1607 e 1770, 54 barche europee da un certo numero di paesi diversi hanno contattato. Molti di loro erano navi mercantili della compagnia olandese delle Indie orientali, comprese le navi di Abel Tasman. Tasman aveva mappato a nord, sud e ovest dell’Australia, che è stato così conosciuto come New Holland.

Nell’anno 1770, il tenente inglese James Cook ha rintracciato la costa orientale dell’Australia sulla sua Bricarca Endeavour HMS Ship. Cook ha affermato che la Gran Bretagna la costa orientale sotto l’istruzione del re Jorge III il 22 agosto dell’anno 1770 nelle isole possedute, che nominano orientale Australia New South Wales. La costa dell’Australia, con Tasmania come isola separata, è stata mappata in dettaglio dai marinai inglesi; Bass e Matthew Flinders Navigators e il navigatore francese Nicolas Baudin. Una mappa quasi piena della costa è stata pubblicata da Matthew Flinders nell’anno1814.

Questo periodo di esplorazione europea si riflette nei nomi dei luoghi come lo Stretto di Torres, la terra Arnhem, l’arcipelago umido, la Tasmania, i furnari Isole, Freycinet National Park e abouse. Spedizioni francesi tra il 1790 e il 1830, guidate da Bruni d’Endecasteaux, Nicolas Baudin e Tobias Moxaux, sono state registrate dai naturalisti Jacques Julien Houtton di Billardière e François Péron.

Primi insediamenti di EuropeeAditar

australiano Aborigeni

1. Nord Australia 2. Nord Australia Donna 3. South Australia Donna 4. South Australia, tribù del Moor 5. Tasmania donna 6. Aborigenale Nice Guinea 7. Capo Fiji 8. Ragazza Fiji 9. Taling Assacoreter. Ragazza Tonga de Nueva Caledonia 11. Utan maschile 12. Nuova Britain Man

La colonia della corona britannica del Nuovo Galles del Sud è iniziata con la creazione di un insediamento in Sydney Cove by Captain Arthur Phillip il 26 gennaio dell’anno 1788. Questa data successivamente è diventata la Giornata nazionale dell’Australia, Australia. Queste masse della Terra includevano le attuali isole della Nuova Zelanda che sono state somministrate come parte del Nuovo Galles del Sud. Tierra de Van Diemen, ora conosciuta come Tasmania, è stata nominata nell’anno 1803.

altri stabilimenti britannici seguirono diversi punti attraverso il continente, la maggior parte di loro senza successo. Nel 1824 una colonia criminale fu stabilita vicino alla foce del fiume Brisbane (base del futuro Queensland Colonia). Nel 1826 fu fondato un campo militare britannico nell’Australia occidentale, nel suono del re George, per dissuadere la colonizzazione di Franssa. Questo campo era la base della città successiva di Albany. Nel 1829 la colonia della colonia e la sua capitale di Perth sono state fondate sulla costa occidentale stessa, assumendo anche il controllo del suono del re George. All’inizio una colonia gratuita, l’Australia occidentale in seguito ha accettato i convinti britannici, a causa di una forte carenza di lavoratori.

Collins Street, Melbourne, 1839. Acquerello di W. Knight

L’ufficio coloniale rilasciato nell’anno 1835 Proclamazione del governatore Bourke, implementando la dottrina legale di Terra Nullius su cui era basata la colonizzazione britannica, che ha rafforzato l’idea che la Terra non appartenga a nessuno prima che la corona britannica abbia possesso degli stessi annullamenti i precedenti trattati con i popoli aborigeni, come il firmato da John Batman. La sua pubblicazione significava che, da allora in poi, tutte le persone che hanno a che fare con la terra senza l’autorizzazione del governo sarebbero considerate intrusi illegali.

Le colonie separate sono state create dal New South Wales: Southern Australia nell’anno 1836, Nuova Zelanda nell’anno 1840, Victoria nell’anno 1851 e Queensland nell’anno 1859. Il territorio del Nord è stato fondato nel 1863 come parte dell’Australia Meridionale. Il trasporto di condanne in Australia è stato eliminato tra il 1840 e il 1868.

Le massicce aree di terra sono state cancellate per l’agricoltura e altri scopi, e oltre agli impatti ovvi che questa pulizia precoce della terra ha avuto nella particolare ecologia delle regioni, anche gli indiani australiani erano molto colpiti, da Ridurre le risorse su cui erano basati il loro cibo, rifugi e altri prodotti di base. Questi sono stati progressivamente costretti a zone più piccole e nel ridurre il loro numero, dal momento che la maggior parte è morta delle malattie e della mancanza di risorse appena introdotte. La resistenza indigena contro i coloni era molto diffusa e la lotta prolungata, tra gli anni 1788 e gli anni ’30, ha portato alla morte di almeno 20.000 indigeni e tra 2.000 e 2.500 europei. Dal mezzo fino alla fine del XIX secolo, molti australiani indigeni nel sud-est dell’Australia sono stati spesso trasferiti con forza, riserve e missioni. La natura di molte di queste istituzioni ha permesso di propagare rapidamente le malattie e molti sono stati chiusi quando la popolazione è stata ridotta.

dopo la seconda guerra mondiale

sir robert menzies, signora Enid Lyons (prima donna nell’armadio australiano), Sir Eric Harrison, Harold Holt (Successore De Menzies) e un membro dell’Aeronautica nel 1946.

Dopo la seconda guerra mondiale, il governo australiano ha istigato un enorme programma di immigrazione di massa. Dopo una rigida prevenzione di un’invasione giapponese, e sofferenze di attacchi sul suolo australiano per la prima volta, è stato visto che il paese dovrebbe “popolare o perire”. Prima della seconda guerra mondiale, l’Australia era stata vista come gran parte degli antenati britannici e irlandesi, ma dopo la seconda guerra mondiale il successo degli Stati Uniti e della ragione del suo successo, che è in gran parte la creazione di una diaspora europea, è non poteva essere ignorato dall’Australia. L’immigrazione ha portato i migranti tradizionali del Regno Unito, insieme, per la prima volta, un gran numero di sud e il centro dell’Europa. L’economia australiana è stata piena espansione, contrasto acuto con un’Europa devastata dalla guerra, e gli immigrati appena arrivati hanno trovato l’occupazione nei programmi assistiti dal governo come il progetto idroelettrico e irrigazione nelle montagne innevate. Due milioni di immigrati sono arrivati tra il 1948 e il 1975, molti dei quali si sono uniti alla nuova festa liberale dell’Australia da parte di Robert Menzies che hanno dominato gran parte dell’era immediata del dopoguerra, dopo aver sconfignato il governo del Partito del Partito Australiano Ben Labory del 1949. Menzies ha supervisionato l’espansione nel periodo postbellico e divenne il leader più veterano del paese. L’industria manifatturiera, prima di giocare un ruolo inferiore in un’economia dominata dalla produzione primaria, è stata aumentata considerevolmente. Dal 1970 e l’abolizione della politica bianca australiana che pesava sull’Asia e in altre parti del mondo, i dati demografici, la cultura e l’immagine di sé sono stati radicalmente trasformati radicalmente.

In questa epoca di post- La guerra I discendenti australiani degli immigrati europei hanno svolto un ruolo importante nella diversificazione economica dell’Australia, contribuendo a sviluppare servizi forti basati sull’economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *