Marzo 10, 2021

Finisci Internet come la incontrammo?: Il dibattito che accelerava con il divieto di Facebook e Twitter a Donald Trump

Da cosa è successo a Donald Trump e Paraletto, potrebbe cambiare ciò che è accettato come libertà nel discorso digitale privato e l'accesso a Internet globale. (Reuters / Ay Song)
Da quello che è accaduto a Donald Trump e Paraler, potrebbero cambiare ciò che è accettato come libertà nel discorso digitale privato e accedere a un Internet globale. (Reuters / Ay Song)

“La prima settimana del 2021 sarà ricordata come punto di inflessione nella storia della libertà di espressione e di Internet aperto a livello globale. Ha il potenziale se è una polvere che emette il cuore di Internet come lo conosciamo “, ha scritto Sam Lessin, End Analytics Co-fondatore ed ex vice presidente della gestione dei prodotti Facebook.

La sua voce aggiunta alla discussione È censura o non che i social network hanno sospeso i conti dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump per avvertire che “ciò che è in gioco va ben oltre” e potrebbe cambiare due questioni centrali della società contemporanea: “Quali diritti abbiamo Per quanto riguarda il discorso digitale privato e quale accesso dovremmo avere una connessione Internet globale e una comunità. “

Personalmente, ha detto che l’azione di Twitter, Facebook e altre reti che hanno eliminato Trump, transitory o definitivamente, dei suoi ambienti Era “la giusta decisione” nel contesto dell’assalto sul Capitol. Tuttavia, non ha considerato le misure che i servizi Web di Amazon (AWS, che hanno lasciato il parler offline, una piattaforma libertaria in cui sono stati comunicati molti seguaci di Trump) e striscia: che sembrava “una minaccia per il discorso digitale”.

La sospensione del conto di Donald Trump su Twitter "ha il potenziale per essere una polvere che annulla il cuore di Internet come lo conosciamo", ha scritto Sam Lessin. (Reuters / Joshua Roberts)"tiene el potencial de ser un polvorín que deshaga el corazón de internet tal como la conocemos”, escribió Sam Lessin. (REUTERS/Joshua Roberts)
La sospensione del conto di Donald Trump su Twitter “ha il potenziale di essere una polvere che disinnesta il cuore di Internet come lo conosciamo”, ha scritto Sam Lessin. (Reuters / Joshua Roberts )

scritto alle informazioni: “Le società tecnologiche e non solo i social network, sono ora in una posizione quasi impossibile. Si può sostenere che siamo sul bordo del collasso di Internet globale. “

Per illustrare, ha posto che, sebbene” i gruppi estremisti cercano reti sociali alternativi “, non sono interamente in incommunicado. Essi avere, ad esempio, e-mail. Se raddoppia la diffusione e gli sforzi di contatto, e puoi farlo perfettamente perché molti sono associati a organizzazioni politiche o comunitarie, che “creerà un problema per le grandi aziende tecnologiche che hanno un’e-mail eccessivamente centralizzata”.

con quell’esempio Lessin indicano la relazione tra infrastrutture Internet e libertà di espressione e diritto all’informazione. “In pratica, alcune grandi aziende hanno un enorme controllo su quali e-mail vengono consegnate e che sono soppresse”, ha spiegato, che sembra molto simile a quello che è accaduto sui social network con provider di Trump e dei servizi con i pattern: le aziende sono suscettibili alla pressione interna E pressione politica.

“Ciò che dobbiamo riconoscere è che Internet è regolato da una serie di regole e accordi impliciti, per quanto riguarda il modo in cui il traffico digitale è gestito. Ciò include il diritto delle persone a comunicare con gli altri liberamente “, ha detto. “Una volta che queste regole iniziano a cadere a pezzi, Internet può scendere velocemente”.

La sospensione dei servizi AWS al Paraler ha evidenziato la prossima relazione tra infrastrutture Internet e libertà di espressione . (Reuters / Reuters TV)
La sospensione dei servizi AWS al Paraler ha evidenziato la prossima relazione tra infrastrutture Internet e libertà di espressione. (Reuters / Reuters TV)

Lezione ha scritto molte volte contro la distinzione tra i benefici del controllo negli spazi pubblici di Internet e della libertà che dovrebbero esistere in privato, come e-mail. Ma per lui oggi la domanda si concentra su che mentre le persone passano dalle piattaforme sociali alla comunicazione personale, “La regolazione seriamente e i tentativi di controllo saranno seguiti.” E lui non pensa che sia una buona idea “attraversare quel ponte”.

Utilizzare la tecnologia “per monitorare, monitorare, censurare e controllare l’espressione privata a un livello che è stato letteralmente incomprensibile” fino a poco tempo è autoritaria: “Dobbiamo rifiutare con la veemenza che il potere, per il bene del futuro e pesa del dolore continuo e della sofferenza che causerà il discorso di odio privato. “

Cosa succederebbe se alcuni paesi con istituzioni più deboli di quelle degli Stati Uniti hanno chiesto ai grandi tecnologici che, nello stesso modo in cui loro Sospeso a Donald Trump, sospeso ad altri che le autorità considerano una minaccia? Non c’è modo per Google o Facebook per determinare chi sospendere in 200 paesi, sosteneva. “È un ruolo che nessuna compagnia privata può giocare, anche i governi combattono vigorosamente per farlo.”

E cosa succederebbe se fosse uno schermato allo stesso modo in cui AWS e Stripe fossero, che sono fornitori di infrastrutture? implicherebbe che la rete stessa sia il problema, avvisata all’informazione.

“Le società tecnologiche, e non solo i social network sono ora in un posizione quasi impossibile. Si può sostenere che siamo sull’orlo del crollo della Internet globale “, argomento della Lessin. (EFE / SASCHA STEINBACH)

“Molti paesi sentiranno la piena giustificazione per prendere la questione nelle loro mani e dire che hanno bisogno di mettere i firewall, costruire la propria infrastruttura di Internet e controllare chi voi può parlare all’interno dei tuoi confini “, ha discusso.” Questo può sembrare allarmisto, ma penso che uno smantellamento in questo modo di Internet sia possibile nell’ambiente attuale, nella misura in cui le aziende statunitensi hanno dimostrato che prenderanno parte al loro interno Affari “.

Questo è il motivo per cui la menzogna si prende cura di poco del giudizio morale delle azioni di Twitter o Facebook: non importa se stanno bene o sbagliate. Ciò che conta davvero è il fatto che “le grandi strisce Internet hanno preso un chiaro passo politico che è impossibile estendere in un modo coerente o equo a tutto il mondo.” Non molto tempo fa, solo due mesi fa, se un partito politico aveva un Avvocato di Silenziando su Internet al suo rivale, avrebbe ricevuto una cataratta di critiche. “Ma improvvisamente, questo è diventato esattamente un dibattito legittimo, che le aziende Internet perderanno, non importa cosa fanno.”

Forse l’ultimo atto del governo di Trump è stato: avviare la catena di eventi che potrebbero condurre “alla fine della globalizzazione digitale e l’erezione dei confini digitali, nonché la regionalizzazione e la censura”.

A differenza dell’Impero Romano, che al di là del suo contenuto ha avuto il merito di fuori strada, l’impero delle attuali comunicazioni digitali approvate da “la mancanza di un principio centrale, organizzazione, coerenza e norme”, ha confrontato. “Per le compagnie Internet globali sopravvivono questo periodo, è necessario che lasciano rapidamente la palude della moderazione dei contenuti e le loro politiche complicate e adottano semplici leggi e politiche che possono essere applicate in modo coerente e universale.”

Forse l'ultimo atto del governo di Trump è stato quello di avviare la catena di eventi che potevano condurre
forse l’ultimo atto del governo di Trump è stato quello di iniziare la catena degli eventi Ciò potrebbe portare “alla fine della globalizzazione digitale e l’erezione di confini digitali, regionalizzazione e censura”, l’editorialista delle informazioni ha discusso. (Guillaume Payen / Zuppa di immagini / Lighttrocket tramite Getty Images)

Come molte persone che hanno trascorso infanzia negli anni ’80, il co-fondatore di Analytics finale ed ex executive di Facebook avevano “incredibile il privilegio” il privilegio Durante l’espansione del mondo digitale e Internet. “Per molte delle sue generazioni” è stato un fatto “che la rete fosse venuta a rimanere e connettersi all’umanità. Oggi, d’altra parte, vede che questo progetto globale è “profondamente minacciato”. E immagina due possibili futures.

“Nel primo, Internet si rompe nei prossimi anni”, ha congetturato. “I fornitori di servizi perdono la fiducia mentre le regioni e le comunità scelgono di auto-stimate e costruire le proprie infrastrutture. In grandi strisce del mondo, o forse ovunque, le persone non si fidano che può essere comunicata digitalmente in sicurezza o che la realtà che vede sia davvero realtà. I confini digitali possono diventare reali come fisici. In questo futuro, Internet di ogni paese diventa un’estensione del paese stesso, con le proprie politiche, regole e fornitori. “/ P>

nel secondo potenziale scenario” Le compagnie Internet di tutti i tipi semplificano e riducono drasticamente le loro regole, eliminando il giudizio umano dell’equazione “. Ciò richiederà anche un grande progresso tecnologico.

Per ora, ha concluso, l’unica cosa chiara è che “il dibattito sulla fiducia, l’imparzialità e il controllo è rimasto ambiguo per troppo tempo”. Tanto tempo, in realtà, che “anche i rischi sono cresciuti Molto quanto per questo sopravvive questo stato di confusione Quo. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *