Marzo 10, 2021

Dottrina Moloe

Teoria attribuita James Monroe, quinto Presidente degli Stati Uniti del Nord America (1823) che ha abbracciato la politica estera del suo paese rispetto al continente americano. Con esso, ha cercato di prevenire l’interferenza degli stati europei in questo spazio in un momento in cui l’imperialismo ha iniziato a svilupparsi. Ha avvertito delle conseguenze che l’aggressione spagnola potrebbe portare a territori appena emancipati. La frase “America per gli americani” arriva a riassumere questa politica, sviluppata sistematicamente dall’età di 40 anni.

Dall’idea originale, la dottrina Monroe ha servito gli Stati Uniti per fare ciò che era proprio per sottrarre altri poteri. Ha giustificato l’annessione del Texas a spese del Messico nel 1845 e – nel XX secolo – fu usata per discutere numerosi interventi, tra gli altri, quelli di Cuba, Cile (1973), El Salvador, Nicaragua e Panama.

La dottrina Monroe ha sollevato dalle sue origini l’opposizione del resto degli stati americani, come una semplice sotterrafugio del grande potere settentrionale da ingiungere nei suoi affari interni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *