Marzo 12, 2021

Consiglio internazionale di telecomunicazioni della stampa

L’IPTC è stato fondato nel 1965 da un gruppo di organizzazioni stampa, tra cui: Alleanza Européenne Desse Agensents, ANPA (ora NAA), Fiej (ora WAN) e le notizie del Nord America Agenzie (una commissione mista di stampa associata, stampa canadese e United Press International) per salvaguardare interesse per le telecomunicazioni dalla stampa mondiale. Dalla fine del 1970, le attività IPTC si sono concentrate principalmente sullo sviluppo e nella pubblicazione degli standard per lo scambio di notizie.

In particolare, IPTC definito, nel 1979, un insieme di attributi di metadati che possono essere applicati alle immagini. Questi sono stati significativamente recensiti nel 1991 per diventare il modello IIM (Information Interchange Model), ma questo concetto ha subito un anticipo davvero importante nel 1994, quando Adobe ha definito una specifica per introdurre i metadati in file di immagini digitali, noto come “intestazioni IPTC”. Dette intestazioni possono essere incressette in immagini in JPEG / EXIF o formato TIFF.

Nel 2001, Adobe ha introdotto la XMP (piattaforma di metanet estensibile), uno schema XML per i tipi di dati come IPTC, ma basato su XML / RDF e, quindi, estensibile. Questo sforzo ha incoraggiato una collaborazione con l’IPTC, dando origine allo “Schema Core IPTC per XMP”, che combina i due approcci all’inclostazione dei metadati. Le specifiche XMP descrivono le tecniche per incorporarle in JPEG, TIFF, JPEG2000, GIF, PNG, HTML, PostScript, PDF, SVG, Adobe Illustrator e DNG. Versioni recenti di tutti i prodotti principali del software Adobe (Photoshop, Illustrator, Acrobat, FrameMaker, ecc.), Nonché un numero crescente di strumenti al di fuori di quella società, supporta XMP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *