Marzo 1, 2021

Come dire bene le cose? Pensa prima di parlare

Come dirlo bene

Non ti piacerebbe essere come gli attori dei film?, Sanno sempre cosa dire e tutto ciò che lo esprime in modo bello e atorto, non parlano mai di più, né dicono senza senso! Il tuo dialogo è perfetto. Mi piacerebbe essere così, solo che nella vita reale non abbiamo una sceneggiatura, ma la buona notizia è che possiamo crearlo.

A volte attraversiamo situazioni difficili come quando abbiamo Per riconoscere un errore, dare una cattiva notizia, confortare una persona cara, chiedere un favore o congratularsi con un avversario, e in quei casi ciò che diciamo e come diciamo che è Suuuy IMPORTANTE!

In situazioni come queste di solito il cervello è annebbiato, la lingua è aggrovigliata e ci raggruppavamo quando ascolti le parole goffe che escono dalla nostra bocca.

Parla con qualcuno di Un problema importante causa angoscia e non è necessario darti un consiglio come: conosco solo te stesso, non pensare così tanto!, Dì cosa puoi pensare, lasciati portato via dai tuoi sentimenti … abbiamo il L’idea che sia onesta è equivalente ad essere spontanee e che tra il minormente pensiamo, migliore verrà fuori tutto … Errore grave, quante volte ho pensato di fare questo!

Perché pensare prima di parlare? Non dovremmo sentire quello che stiamo dicendo e che i sentimenti dovrebbero essere spontanei? Il pensiero è ciò che ci rende diversi dal resto degli animali, così possiamo affermare che parlare con il cuore è direttamente correlato a ciò che pensiamo.

Le abilità che acquisiremo senza dubbio sono una combinazione di talento e sforzo; Sarebbe molto pratico che potessimo correre tutti come Ana Gabriela Guevara, che cantavano come Pavarotti o giocato a golf come Tiger Woods.

Ci piacerebbe essere in grado di persuadere con le parole a nostro figlio, la nostra testa O partner naturalmente, senza tuttavia, non è così semplice perché il buon uso del linguaggio è qualcosa che impariamo. Tuttavia, possiamo raggiungerlo tutti se parliamo dal cuore e usiamo la testa.

È una cattiva educazione per parlare con la testa vuota.

Questi sono alcuni consigli di esperti:

1. Ricorda che parlare onestamente non significa parlare senza pensare.
2. Prendiamo via dalla testa l’idea che il Best Spondaneo sia il migliore, non solo va bene prepararci a parlare, ma è l’unico modo per farlo bene.
3. Pensiamo che non sia sufficiente sapere cosa intendo, ma sai come scegliere le parole giuste, prima dobbiamo chiarire, cosa intendo?

a parlare del cuore, richiede sforzi e ordine; È semplice come fare un elenco di punti sull’oggetto o sul problema che vogliamo affrontare. Scrivi su un punto per: cosa so, e scriviamo tutto ciò che si riferisce a quella materia; Punto B: Cosa devo sapere, per discutere meglio il punto A. Quindi, su un altro ruolo, punto c: le obiezioni, qui scrivono tutti gli argomenti possibili che l’altro può darti; E infine, in un altro ruolo, punto D: risposte, fare uno schizzo di ciò che può rispondere a ciascuna probabile obiezione.

Una volta che facciamo questa analisi, già abbiamo il necessario Elementi per costruire un discorso, scrivere una lettera o scrivere un memorandum. In breve, sapremo cosa vogliamo dire e ciò di cui abbiamo bisogno in modo che la nostra comunicazione sia più efficace.

Qualcosa di molto importante è ricordare che la nostra proposta più semplice e più semplice, l’altra persona può catturarla Meglio, per questo la preparazione è essenziale per evitare di cadere in questi tipici labirinti mentali e verbali che confondono solo tutti: è che pensavo che credessi, e che dissi allora, perché ero stato detto, e poi … che orrore !

Dopo aver eseguito l’elenco, quanto segue è quello di controllare ogni punto e chiederci cosa penso a ciascuno di essi:

come fare Sento del problema, dell’argomento o della materia?
Cosa voglio ottenere quando negoziando ogni punto?
cosa devo fare e quali altri hanno bisogno di fare?

È importante Per ricordare che quando comunichi il meglio è parlare con le parole che si uniscono, come noi oi nostri ed eviti quelli che dividono, tu, io o te. Allo stesso modo, dobbiamo assicurarci che il discorso si concentrerà sui benefici che l’altra persona avrà.

Durante la conversazione, evitiamo a tutti i costi che ritieni che alla fine ci sia Un vincitore e un perdente, usiamo parole piacevoli all’orecchio mentre ammiro, il meglio, l’esperienza, il grato, l’aiuto, il generoso, l’amore, il progresso, l’orgoglio, l’ingegnoso, l’onore, la speranza, l’esempio, l’etica o il contribuire.

D’altra parte, evitiamo quelle parole che con li hanno appena ascoltati scoraggiati, come assoluta, contro, arrabbiata, politica aziendale, trappola, disastro, fuga, fallimento, rassegnazione, obbligatoria, rigoroso, sciocco, incidente , annientato, ritiro, obbedire o ingiusto.

Ricordiamo anche che i nostri gesti, tono di voce e linguaggio del corpo occupano un posto molto importante. Quindi osa portare via le maschere, per rilassarsi prima di parlare, ascoltare con compassione e soprattutto, per aprire la nostra mente e il nostro cuore per arricchire le relazioni dicendo bene le cose.

http://www.tnrelaciones.com/informacion/wp-content/uploads/2014/02/la-vida-196-150x150.jpg condivisione su linkedin digg questo Condividi su Facebook

Vota:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *