Marzo 12, 2021

Alimentazione infantile. Consigli nutrizionali | Pharmacy professionale

In questo documento, alcune raccomandazioni sull’alimentazione dei figli sono esposte che il farmacista può trasmettere ai genitori e ai caregiver del più piccolo, quando si applicano per il loro consiglio presso l’ufficio della farmacia. L’obiettivo finale di questo compito è cercare di stabilire buone abitudini nutrizionali che sopravvivono nel tempo e favorire la salute nell’adulto.

Il lavoro del farmacista della Comunità nel campo dell’alimentazione dei bambini è essenziale. In primo luogo, poiché è in farmacia in cui molti dei cibi dei bambini sono dispensati da zero e tre anni e secondo, perché rappresenta un importante legame dalla catena formata da genitori, caregivers e pediatri. Come consulente per le persone responsabili del cibo del bambino, il farmacista deve trasmettere chiaramente l’importanza della nutrizione per la sua salute e l’impatto delle abitudini alimentari della salute degli adulti.

Need nutrizionali nell’infanzia

Perché la nutrizione figlio è così importante? Poiché i bisogni nutrizionali nell’infanzia sono elevati e allo stesso tempo il rischio di deficienze potrebbe essere maggiore. Poiché l’organismo del bambino non è ancora maturo e gli squilibri hanno un impatto maggiore in grado di causare alterazioni irreversibili. Perché determina le abitudini alimentari, che saranno difficili da cambiare in futuro. E infine, perché una dieta sana è sinonimo di benessere, di corretta crescita e sviluppo del bambino.

L’alimentazione dei più piccoli è forse il più controllato, perché la conoscenza delle loro esigenze nutrizionali sono Superiore a coloro che hanno sulle esigenze di altre età.

La crescita richiede importanti contributi dei nutrienti. Entrambi gli eccessi e le carenze possono causare problemi nell’infanzia e negli anni successivi. Studi diversi mostrano che i bambini devono consumare più nutrienti ma con una quantità inferiore di calorie. Se un bambino riceve una dieta uguale in quantità e qualità a quella dell’adulto, raggiungerà un eccesso calorico in grado di innescare un processo di obesità. D’altra parte, se si consumano gli stessi alimenti, ma in una proporzione minore, i contributi vitaminici e minerali saranno insufficienti, producendo problemi di crescita e sviluppo.

Distribuzione dei pasti

La distribuzione dei pasti o il contributo calorico nella dieta figlio è caratteristica: 5 colpi sono raccomandati per i più piccoli (20% a colazione, il 10-15% a metà mattina, il 25-30% sul cibo, il 10-15% su Lo snack e il 25% a cena) e passano gradualmente passando a 4 colpi al giorno per il resto della popolazione (25% a colazione, il 30% nel cibo, il 15% sullo spuntino e il 30% a cena). Dobbiamo tenere a mente che l’apparato digerente dei bambini lavorerà meglio con piccole quantità di cibo distribuito per tutto il giorno. Né dovrebbe essere senza mangiare per lunghi periodi di tempo, perché il tuo metabolismo non è addestrato per il digiuno.

contributo nutriente

Le linee guida per l’alimentazione dei bambini richiedono un feed vario. Nell’infanzia, le diete restrittive (vegetariani, dissociate, ecc.) Dovrebbero essere evitate, il bambino dovrebbe mangiare i diversi tipi di cibi di ciascun gruppo sebbene in razioni moderate.

latte

latte E i prodotti lattiero-caseari scremati non sono raccomandati durante l’infanzia in quanto possono portare a carenze in vitamine liposolubili o acidi grassi essenziali e uno scarso contributo calorico.

Proteine

L’alimentazione infantile deve essere ricca di proteine . Dovranno essere controllati solo se c’è un problema associato: allergie alimentari o altre malattie.

Vitamine e minerali

L’obesità e il sedentario nel più piccolo possono essere correlati a contributi errati di Vitamine e minerali, essenziale per mantenere la crescita e la capacità funzionale.

Il calcio è essenziale per ottenere una mineralizzazione ossea ottimale (il suo contributo sarà anche, parzialmente, le possibilità di soffrire di osteoporosi in età adulta) e per prevenire carie e altre Problemi parodontali. Nel periodo di rapida crescita (primo anno di vita e adolescenza) tra due e quattro volte è richiesto più calcio / kg rispetto alla fase adulta. Il caseificio è responsabile della fornitura della quantità necessaria di questo minerale.

In aree con acqua non fluoridata, un integratore di fluoro sistemico è considerato correttamente prima dell’eruzione dentale (mai prima di 6 mesi), come strategia per prevenire l’aspetto della carie da inizi.

La vitamina D deve essere controllata in piccoli luoghi soleggiati o in bambini in ospedale o a casa dovuti ai problemi di salute. La pelle esposta al sole è quella che consente la sintesi di questa vitamina, essenziale per assorbimento e il serbatoio di calcio nelle ossa.

ferro è il minerale che consente la rapida crescita dei bambini. L’introduzione della carne nella dieta durante la prima infanzia contribuisce ad evitare anemia alle età successive.

Tranne in caso di fluoro, supplementi nutrizionali sono giustificati solo nei bambini con carenze diagnosticate di determinati sostanze nutritive. In ogni caso, se c’è una supplementazione, il limite massimo non deve mai essere raggiunto per il quale è stata dimostrata la sicurezza, avendo una cura speciale con le vitamine lipositiva.

Nutrizione di AGES

SONO Esposto al di sotto delle linee guida sui mangimi raccomandati in bambini infantili da 0 a 4 mesi, neonati da 4 a 8 mesi, bambini da 8 mesi a un anno e da uno a 3 anni.

La carne viene introdotta dal settimo mese, misto con verdure (circa 40-50 g)

infantile bambino da 0 a 4 mesi

In questa fase della vita il bambino ancora non ha i denti, con quale feed dovrebbe essere indicato fondamentalmente in forma liquida. Sarà circa 6 mesi quando appariranno i primi denti. Inoltre, la deglutizione del cibo è diminuita, quindi l’incorporazione dei solidi è scoraggiata fino a 6 mesi.

Il bambino deve duplicare il suo peso tra il quarto e il sesto mese. Questo obiettivo può essere ottenuto da tre tipi di allattamento: materna, artificiale e misto.

L’allattamento al seno

latte materno contiene tutti i nutrienti necessari per la crescita e lo sviluppo del bambino. La composizione del latte varia lungo lo scatto. Il primo latte è liquido e ricco di zuccheri; Più tardi è cremoso, più calorico e proteina; Alla fine del latte di presa contiene 5 volte più grasso che inizialmente. La composizione del latte materno è il riferimento nella produzione di latte artificiali.

La durata delle prese è variabile per ogni bambino, alcune necessità tra 20 e 30 minuti, altri invece hanno finito il 5. Si consiglia Per dare prima un petto finché non vuoi più e poi si rivolge all’altro, anche se non lo accetterà sempre. Nel prossimo scatto, è consigliabile iniziare dall’ultimo seno che hai preso per ottenere lo svuotamento corretto. In pochi giorni c’è un equilibrio tra la produzione di latte della madre e le esigenze del bambino.

È possibile stabilire due tipi di programmi. Ultimamente molti pediatri raccomandano il cosiddetto metodo su richiesta, che è che il bambino prende il petto ogni volta che chiede, per quello che è la madre che si adatta alla domanda del bambino. L’altro metodo è quello di rendere il bambino ad aspettare circa 3 ore tra ogni colpo. Se possibile, questo ultimo metodo è molto utile per la madre, perché ti lascia il tempo di riprendersi su tutti i sensi, e previene anche qualsiasi pianto dal bambino a calmarsi con l’allattamento senza prendersi in considerazione molte volte che potrebbe essere dovuta ad altri Circostanze (fredde, calore, problemi per addormentarsi, ecc.).

Latte materno può essere immagazzinato, e quindi può nutrire il bambino anche se la madre non è presente. Il latte deve essere estratto e immagazzinato in sacchetti di plastica progettati per questo uso. Latte fresco duro in frigorifero 3 giorni a 4 ºC; Una volta scongelati solo 24 ore. Per sbrinarlo, la quantità necessaria è posta in frigorifero la sera prima. Anche l’acqua Tibia può essere utilizzata, ma mai acqua calda (può distruggere i componenti immunologici del latte), nessun forno a microonde (può cambiare la composizione del latte).

Per informazioni su qualsiasi aspetto dell’allattamento al seno può risultare utile la consultazione di latte (Associazione al seno): 935 88 02 59/932 10 02 26/908 03 60 81/908 26 50 24.

Lattamento artificiale

Latte artificiale è ottenuto da modifiche nel latte vaccino , dal modello del latte materno. Esistono due tipi di formula: formule di avvio e continuazione. L’inizio viene solitamente utilizzato nei primi 6 mesi di vita, quindi spostarsi verso la continuazione.

Le bottiglie vengono preparate mescolando 30 ml di acqua (precedentemente bolliti 10 minuti) per una misura rasa del latte polvere. Ogni contenitore viene fornito con la sua misurazione del dosaggio. Il bambino dovrebbe sempre mangiare immediatamente dopo aver preparato la bottiglia e gli avanzi dovrebbero essere disprezzati. Gli utensili utilizzati nell’allattamento al seno artificiale saranno sempre sterilizzati. È necessario preservare la confezione del latte ben coperto e refrigerato; Una volta aperto dovrebbero essere consumati prima del mese.

Una quantità esatta di latte non può essere fissata per preparare una bottiglia, poiché ogni bambino ha esigenze diverse. L’importo dovrebbe essere adattato alle esigenze del bambino, cercando di dare sempre la quantità minima di latte, sufficiente per essere soddisfatta. Gli importi indicati da ciascun produttore nella confezione dei latte in polvere possono essere linee guida, ma sarebbe un errore da seguire per seguirli nella parte inferiore della lettera.

Alcuni bambini alimentati con bottiglia, dopo Un po ‘non ne hanno abbastanza con latte artificiale, e in questi casi è necessario un supplemento di cereali. L’importo aggiunto deve essere il minimo per il bambino da soddisfare. Normalmente sarà sufficiente con uno o due cucchiaini da dessert. I cereali senza glutine sono raccomandati nei bambini di età inferiore a 7 mesi per evitare l’insorgenza precoce della celiachia.

Allattamento al seno misto

viene utilizzato in quei casi in cui il seno è insufficiente e un supplemento è necessario sotto forma di latte artificiale. Dovresti sempre iniziare con l’allattamento al seno e quindi continuare con una dose inferiore a quella raccomandata per l’età dell’allattamento al seno artificiale. Inizialmente questa combinazione è consigliata solo di notte. Più tardi, se i genitori osservano che il bambino ha fame durante il giorno, ci sarà un supplemento dopo ogni pompino. Poiché il bambino è più facile da assumere l’allattamento artificiale, si consiglia di utilizzare il cucchiaio con questo latte in modo da non lasciare al seno al seno troppo presto.

Child Child compreso tra 4 e 8 mesi

L’uso esclusivo del latte materno non è adatto dal quinto e del sesto mese. I bisogni nutrizionali del bambino richiedono l’introduzione di un’alimentazione complementare. Nel caso dei bambini che seguono l’allattamento artificiale, l’uso di formule di continuazione è consigliato da circa 7 mesi, che può essere prolungato fino a 3 anni.

Dal quinto mese tendono ad aumentare le esigenze dei bambini energetici. Quindi puoi inserire farine cereali che dovrebbero inizialmente essere senza glutine e senza zucchero. Di solito contengono mais, soia, riso e tapioca. Il porridge può essere preparato con il latte da formula o con latte materno, mantenendo così il contributo giornaliero del latte consigliato. Queste farine devono essere lentamente incorporate nella dieta del bambino per evitare problemi digestivi, a causa dell’ammitura dell’amilasi pancreatica. Le prime prese possono essere avviate aggiungendo 1-2 cucchiaini / 100 ml, per andare a poco a poco aumentandolo a 5-7 cucchiaini / 100 ml.

Durante questo periodo, un paio di scatti erano normalmente sostituito che in precedenza occupava il latte materno o la bottiglia di un altro tipo di cibo (uno di questi due Tomas sarà sempre basato sulla frutta). Qualsiasi cambiamento nell’alimentazione sarà progressivamente.

In generale, il frutto è incorporato ed è consuetudine prepararlo nel pomeriggio medio. Alcuni pediatri raccomandano la loro introduzione dal quarto mese, mentre altri lo fanno dopo il quinto. Puoi iniziare con alcune piccole tavole di succo d’arancia, in seguito preparerai un porridge basato su due o tre frutti: inizialmente arancione, banana, mela e pera (metà di ogni pezzo). Un tipo di frutta diverso dall’arancio può essere aggiunto ogni giorno, per vedere se il bambino tollera ciascuno di essi. Più tardi il melone, l’uva, l’albicocca e la prugna saranno incorporati. Ciliegie, fragole e more non dovrebbero essere incorporate fino all’anno perché sono molto fibrosi. Il frutto non dovrebbe essere verde ma piuttosto maturo, e dovrebbe essere sbucciato prima di schiacciare. Di solito è ben accettato dal bambino, anche se inizialmente il gestore di alimentazione del bambino avrà bisogno di una buona dose di pazienza e molta immaginazione per ottenere il bambino con piacere. Frutta fresca, oltre a fornire vitamine naturali al cibo, contiene cellulosa, che sarà responsabile di evitare problemi di stitichezza. Ci sono altre possibilità con cui possiamo contare: i pozzi di cereali con frutta o tariffe di frutta (tenendo conto della loro composizione).

Dal sesto mese verdura bollita e schiacciata verdura sarà introdotta, preparata a base di patate , Carota, fagiolini, cipolla e gocce di olio crudo. Il sale non dovrebbe essere aggiunto. Spinaci, Acelgas, Cavolo e Bitate non dovrebbero essere introdotti fino a dopo il nono mese per il suo alto contenuto di nitrati, che può essere causa di metmemoglobinemia. Né i bambini possono essere dati bambini sotto un anno NABS o piselli perché sono molto fluttuanti. L’introduzione di verdure è difficile, grazie al suo aspetto e al suo sapore. Il suo contenuto di fibre favorisce anche il transito intestinale. Le verdure conservate non sono consigliate, che hanno il sale in eccesso e il difetto della vitamina.

Dal settimo mese, i cereali possono essere introdotti con il glutine: grano, avena, orzo e segale.Una volta che il glutine è incorporato nella dieta del bambino, puoi mangiare pane e biscotti. Per questa stessa ragione, il cibo può essere dato sotto forma di zuppa, verdura o carne, che può essere aggiunta semolino, farina di mais, ecc. Renderlo più o meno spesso seguendo i gusti del bambino.

La carne viene introdotta dal settimo mese, mescolato con la verdura (circa 40-50 g). Carne bollita o alla griglia, pollo (senza pelle) e vitello, che hanno un alto contenuto di ferro e proteina.

In questo periodo il bambino di solito mangia circa ogni 4 ore, ma durante la notte è in grado di spendere 8 ore senza mangiare. Il cibo può essere distribuito in modi diversi; Un esempio dei possibili programmi sarebbe quello che è dettagliato nella tabella I.

Bambino tra 8 mesi e un anno

Fino a 12 mesi di età è concordato che il bambino riceve una quantità minima giornaliera di 500 ml di latte o derivati.

Un bambino alimentato da latte materno o latte in polvere ben preparato (in quantità sufficiente e non molto concentrata) riceve una quantità di acqua che copre completamente le tue esigenze. Un supplemento idrico sarà appropriato in determinate circostanze: in tempi di calore se il bambino suda molto, o se presenta febbre, vomito o diarrea.

Il pesce inizia a richiedere circa 10 mesi per il suo potenziale antigenico energia È interessante essere fresco ma deve essere rapidamente consumato per evitare modifiche. Il pesce congelato ha le stesse proprietà del fresco ma a volte è più asciutto e difficile da deglutito. Il pesce magro: nasello, suola, affetto, ecc. Sono indicati a questa età. Il blu non è raccomandato perché è eccessivamente grasso per questa età. Il pesce è una fonte di proteine, acidi grassi polinsaturi e vitamine liposolanti. È preparato combinato con la verdura e cotto.

Aspetteremo a 10-11 mesi per presentare l’uovo, con alto contenuto proteico, perché è molto allergibile (il chiaro è più allergenico del tuorlo) . Dovrebbe essere preso cucinato o in tortilla, a partire dal tuorlo. Il chiaro sarà introdotto dopo anno.

Lo yogurt può iniziare a dare circa da 9 mesi. È un cibo molto indicato in quei bambini che hanno intolleranza al lattosio. Può anche essere utile come cibo tollerato dopo un processo diarretico acuto da questa fase. I formaggi freschi o morbidi possono anche essere inseriti da questa età.

omogeneizzato sono preparati preparati industriali a base di verdure, carne, uova, pesce e frutta, cotto e aspirapolvere confezionato. Questi prodotti devono essere acquistati con attenzione, rivedendo la composizione in base all’età del bambino e partecipare alla data di scadenza e allo stato di loro. Una volta aperto, dovrebbero essere usati immediatamente o conservati nel frigorifero per 48 ore come massimo.

Il cibo può iniziare a rinunciare ad alcuni pezzi non inviati in modo che il bambino inizia a abituarsi a sentirsi intere parti di Cibo in bocca.

In questo periodo, la dieta del bambino è distribuita in 4 pasti, anche se la somministrazione opzionale di qualche flacone è frequente. Di notte, il bambino inizia ad abituarsi a dormire circa 10 ore di fila senza interruzioni.

Bambino da 1 a 3 anni

Latticini continuano ad essere il cibo di base sulla dieta del bambino tra 1 e 3 anni. Si raccomanda di coprire il 30% delle esigenze energetiche totali del bambino, equivalente a consumare 500-600 ml di latte al giorno o, che sono gli stessi, 2-3 occhiali. Né c’è un eccessivo consumo di latte, perché può causare la perdita di appetito e fornitura di grassi in eccesso.

Il latte vaccino può iniziare a essere utilizzato da 12 mesi di età, ma il latte è consigliato continuare in polvere almeno Fino a 2 anni, perché tra gli altri motivi sono più ricchi di ferro. Se il latte vaccino è usato è conveniente per farli bollire almeno 5 minuti prima dell’uso, anche se è latte pastorizzato o sterilizzato il latte in bottiglia.

Da questo momento di alimentazione dovrebbe essere quasi vario come un bambino più vecchio. Alcuni esempi di alimenti che possono essere somministrati:

purea di legumi (lenticchie, ceci, piselli, fagioli). È necessario ancora amministrarlo in una purea perché l’intestino dei bambini piccoli non è ancora formata per distruggere la pelle fibrosa di questi legumi.

riso e tutti i tipi di pasta: tagliatelle, maccheroni, ecc. Bollita e quindi può essere aggiunta salsa di pomodoro naturale, formaggio grattugiato, salsa besciamella, ecc. Possono anche essere aggiunti a un pollo oa carne o un brodo vegetale.

Crema vegetale a base di spinaci, bietola, piselli, ecc.

Crocchette di tutti i tipi: York Ham, Pollo, vitello, pesce, merluzzo, ecc.

Carne tritata utilizzata in vari modi: in polpette, hamburger, aste di riempimento, ecc.

filetti di carne (manzo, pollo) e pesce a pezzi. Le carni grasse dovrebbero essere evitate.

Le salsicce non sono consigliate per il loro alto contenuto di grassi saturi. Only York Ham e Serrano Ham possono essere usati una o due volte a settimana.

Le uova saranno date principalmente sotto forma di amiglia a pezzi, evitando le uova fritte. Si consiglia di gestire da una a tre uova a settimana.

Inserire le insalate per le loro vitamine: lattuga, pomodoro, carota, cipolla, cetriolo, ecc. Inizialmente le olive non verranno introdotte.

Il pane dovrebbe essere presente nella dieta quotidiana del bambino.

come dessert: frutto del tempo. Possiamo dare frutti in modi diversi: grattugiato, in succo, sotto forma di frullato, composta, piccoli pezzi, ecc. Dovrebbe prendere almeno due pezzi di frutta al giorno, uno di questi agrumi (arancione, mandarino, kiwi) per il contributo della vitamina C.

è un buon momento per introdurre l’acqua come una bevanda indispensabile.

Occasionalmente il bambino può prendere crema pasticcera, appartamenti e gelato commerciale, ma considerando che non sono un sostituto per il frutto.

Non è consigliabile dare ai bambini sotto i 3 anni: mandorle , Nocciole, tubi, mais tostato, caramelle o simili perché c’è il rischio di soffocamento o soffocamento.

lo zucchero dovrebbe essere eliminato al massimo perché è una causa di cavità.

Alimenti consigliati contro bambini minori 3 anni: grasso pasticceria, grande quantità di cioccolato, bevande fritte, zucchediste e bevande entusiasmanti (bevande soft cola e tè).

Quando si consiglia di utilizzare l’olio d’oliva ed evitare l’eccesso di petrolio .

Bambini oltre 3 anni

Secondo la guida sull’alimentazione dei bambini di Requejo e Ortega (1993) la strada migliore per Per seguire una dieta sana è la varietà, consumando ogni giorno il cibo da tutti i gruppi.

L’alimentazione dei bambini dovrebbe essere variata. Durante i primi due decenni di vita, dovrebbero essere evitate le restrizioni. Se il bambino è sano ha un eccesso di peso, dobbiamo raccomandare un aumento dell’attività fisica e non limitare l’assunzione di calorie per sistema, poiché potrebbe influire sulla sua crescita, deteriorando le sue prestazioni fisiche e intellettuali. Se per motivi di salute è necessario risolvere un problema di obesità, non dovrebbe mai agire drasticamente ma gradualmente e con misure pianificate, seguendo gli ordini del medico specializzato. Il consumo di sale, dolci, grassi e bevande rinfrescanti dovrebbe sempre essere controllata. Nell’infanzia, l’alcol non dovrebbe mai essere preso. La tabella II indica i tipi di cibo e quantità che dovrebbero essere inclusi nella dieta figlio.

L’uso esclusivo del latte materno non è adatto dal quinto e del sesto mese

consulenza farmaceutica

il Consiglio farmaceutico è rivolto all’educazione dei genitori e dei caregiver in tutte le questioni relative al cibo del loro bambino. Una volta trasmessa l’importanza di seguire una dieta equilibrata, possiamo ravvivare il nostro lavoro con piccoli trucchi e dettagli che verranno utilizzati per rendere più facile questo processo di apprendimento:

i bambini tendono a imitare le abitudini di persone che sono Intorno a loro, per questo motivo, le dogane del cibo sono molto importanti nei loro dintorni. Sarà evitato: fumare nella stanza in cui si trovano i bambini, l’inattività e la passività dei caregivers, diete restrittive che influenzano direttamente il bambino che si alimenta e l’alcol.

Le persone responsabili dell’alimentazione del bambino devono ottenere il pasto Sii un momento piacevole e piacevole, evitando di piangere e rabbia. La forza da mangiare non è un buon metodo. Se non è affamato, questo può far trasformare il cibo in un conflitto, inducendo vomito, tantrum, ecc. È meglio cercare alternative.

Il caregiver dovrebbe provare il bambino a provare cibo e trame diversi. Quando il bambino rifiuta qualche prodotto, saranno ricercate nuove forme di preparazione, associazione e presentazione del cibo, tenendo conto dei loro gusti.

Se il bambino mangia poco, le piccole razioni saranno servite per avere soddisfazione da vedere La piastra vuota.

Non devi mai usare il cibo che ti piace di più come premio o coloro che non supportano come punizione. Non è conveniente usare il tempo pasto per questi scopi.

È positivo spiegare al bambino a mangiare bene e tutto servirà per essere più forte e attivo.

La soppressione di I cibi considerati come cattivi non determinerà che una dieta è corretta: sarà il set di cibo che determina una dieta equilibrata.Consentire il consumo dei tipici prodotti appetitosi per bambini (trattazioni, torte, cioccolato, ecc.), In quantità moderate, è corretta, soprattutto nelle occasioni di partito o celebrazioni in cui il suo consumo è tipico.

Non sopprimere mai la colazione, poiché è il primo contributo alimentare che condividerà le prestazioni e il benessere del bambino per il resto della giornata.

Nell’alimentazione di 10 anni non ci sono differenze tra i bambini e ragazze, ma da questa età, coincidendo con l’inizio della pubertà, iniziano ad emergere.

Il bambino non dovrebbe tagliare, o Picar poco prima o dopo i suoi pasti principali.

in Riepilogo: A pranzo, i genitori dovrebbero essere pieni di pazienza e maliziosi fino a quando i loro figli imparano a sapere, che non dimenticheranno il resto della loro vita. *

Bibliografia generale

Fernández R, Prats R. Consell di ChildCare. Barcellona: Generalitat de Catalunya. Dipartimento di Sanitat I Social Security, 2000.

González M, Moreno M, Castello A, León P. Manuale del cibo per bambini per prodotti farmaceutici. Madrid: Collegio ufficiale di prodotti farmaceutici di Madrid, 1999.

Lazarus A. Diversificazione alimentare in pediatria. Annali spagnoli di pediatria 2001; 54 (2): 150-152.

Requeame Am, Ortega RM. Nutrizione nell’infanzia. In: Nutfriend. Manuale di nutrizione clinica nelle cure primarie. Madrid: Editorial Complutense, 2000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *